immagine bg interna

SVIM, Ruolo da protagonista per i Comuni Marchigiani nella lotta ai cambiamenti climatici a Brussels

Sala gremita il 19 giugno alla Settimana Europea dell’Energia, il più grande evento nella capitale belga in questo settore, per la presentazione dei progetti EMPOWERING (www.empowering-project.eu) finanziato dal programma Horizon2020 e LIFE SEC ADAPT, coordinati da Sviluppo Marche srl.

Giusto il tempo di chiudere la conferenza di lunedì 18 giugno “Cambiamenti Climatici. Strategie di contrasto e adattamento nelle Marche e nell’Istria” ad Ancona, e Sviluppo Marche riparte per Brussels, per aprirne un’altra. Protagonista ancora una volta “l’esempio Marchigiano” di attuazione del Patto dei Sindaci per il Clima e l’Energia.

Grazie al percorso triennale di assistenza tecnica di Sviluppo Marche srl, con i progetti EMPOWERING & LIFE SEC ADAPT, si è garantito che 32 Comuni Marchigiani potessero rinnovare il proprio PAES-Piano d’Azione per l’energia sostenibile e/o definissero nuovi PAESC-Piani d’Azione per l’energia sostenibile ed il clima, con azioni concrete per la riduzione delle emissioni di gas a effetto serra, incentivando il consumo di energia da fonti rinnovabili e l’efficientamento energetico.

Non abbiamo scelta. Nell’Unione dell’energia, è necessario che ciascuno di noi compia dei progressi nella transizione energetica” -dichiara l’Assessora Manuela Bora. Perdi più aggiunge “La trasformazione, deve iniziare localmente.”

 

“Proprio, il movimento studentesco, ispirato a Greta Thunberg, grazie allo sciopero globale del 15 marzo - ha sottolineato Gianluca Carrabs Amministratore Unico di SvILUPPO Marche srl -, ha spinto migliaia di giovani a scioperare il venerdì, chiedendo ai propri governi azioni concrete contro il cambiamento climatico e rivendicando il diritto al futuro, insieme alla recente "onda verde" delle elezioni europee è stato un chiaro messaggio che i cittadini abbiano ambizioni elevate. Trasformare il Sistema energetico non riguarda quindi solo l’ambiente ma tutti i cittadini, che dovranno adottare percorsi sostenibili, migliorando così gli strumenti di politica partecipativa e di governance, in grado di affrontare le sfide energetiche al 2030, trasformandoli in strumenti efficaci per una visione partecipativa al 2050”.

Potrà l’efficienza energetica essere quindi il nuovo collante dell’Europa Unita? Perché no!

Ma è necessario che anche e soprattutto le autorità pubbliche locali diventino protagoniste nella definizione di piani e strategie multi-target e multi-settoriali, considerando la riduzione energetica e la lotta ai cambiamenti climatici a livello locale, parte di una politica complessiva di sviluppo integrato per un futuro sostenibile.

Questo processo tecnico-politico però richiede competenze multidisciplinari degli enti locali e regionali, nella definizione di strategie e piani energetici integrati, che EMPOWERING dal 2016 ha contributo a rafforzare in più di 300 rappresentanti, in 6 Regioni Europee (Croazia, Grecia, Italia, Romania Spagna e Ungheria).

Rafforzare le capacità dei decisori politici e funzionari comunali nella definizione di soluzioni innovative nella gestione della transizione energetica e l'applicazione di politiche comunitarie a livello locale, cosi come a coinvolgere gli stakeholder e la cittadinanza nella definizione e implementazione di soluzioni, rimane una strategica priorità.