immagine bg interna

Risultati della ricerca per: Innovazione

La Svim all’interno dell’Azione 3 – Servizi di informazione qualificata, attraverso canali regionali e territoriali di comunicazione, progetto “PRIMM”, Piano Regionale Integrazione Migranti Marche, ha realizzato il nuovo portale regionale MIGRANTIMARCHE.IT.

Il nuovo portale nasce come strumento di comunicazione e mira ad informare, in maniera esaustiva, dinamica e completa, la conoscenza dei diritti, doveri e opportunità per i migranti.

Il portale segna un'importante innovazione per le politiche di comunicazione a livello regionale e intende configurarsi come punto di riferimento per i migranti adottando approcci innovativi e paradigmi istituzionali più evoluti legati al tema della partecipazione attiva dei migranti alla vita economica, sociale e culturale, dell’accesso ai servizi per l’integrazione, della qualificazione del sistema scolastico in contesti multiculturali nonché dei servizi di informazione qualificata attraverso canali regionali e territoriali.  

Configurato con tali caratteristiche e legato al portale nazionale Integrazione Migranti, MIGRANTIMARCHE.IT è il primo portale di questo tipo nelle Regione Marche ed è accessibile da PC, tablet e smartphone.

Pubblicato in Notizie

Il 12 Agosto alle 18:00 nella verde cornice di Festambiente,Sviluppo Marche srl partecipa alla tavola rotonda LA CITTA’ GREEN DEL FUTURO.

Come dovrà essere la città green del futuro? Una città in cui uomini ed animali possano vivere in pace e nel rispetto di Madre Terra, una città con energie rinnovabili, gestioni virtuose dei rifiuti, mobilità dolce e sostenibile. Una città a misura di bambino, di anziano ed anche di animale. Una città in cui ci sia tanto verde e l’aria non sia colma di smog? E quanto altro ancora? 

Grazie alla visione di una città con un approccio ecologico a 360 gradi, Lorenzo Lombardi, giornalista autore e conduttore Tv e firma de La Nuova Ecologia, condurrà la tavola rotonda intitolata appunto “La città Green del Futuro”. 

I maggior esperti italiani delle varie tematiche ecologiche si confronteranno in modo da unire tutti i pezzi di un puzzle rigorosamente verde. Insieme all’amministratore unico di Svim Gianluca Carrabs ed ai sindaci della Regione Marche, invitati a presentare la propria esperienzainfatti siederanno al tavolo:

Vanessa PalluchiVicePresidente di Legambiente 

Alessio Ciacci presidente di Acsel Val di Susa ed esperto internazionale della Strategia Rifiuti Zero

Anna Donati, portavoce di A.mo.do. (associazione mobilità dolce), già deputato e membro del consiglio di amministrazione di Ferrovie dello Stato

Gianluca Felicetti, presidente della LAV

Riccardo Megaleasslavori pubblici del comune di Grosseto

Sandro Scollato Ad di AzzeraCo2 

Punto di partenza per Sviluppo Marche srl è ilquadro per il clima e l’energia 2030condizione sine qua nonautorità pubbliche locali,protagoniste in Europanella definizione di azioni di politica comunale e di coinvolgimento della comunità, come parte di una politica complessiva di sviluppo integrato per un futuro sostenibile.

Sviluppo Marche srl introdurrà sull’iniziativa decennale del Patto dei Sindaci, cheriunisce più di 7000 enti locali in Europa, quasi 70 solo nella Regione Marche, impegnati su base volontaria, nell’implementazione di PAESC-Piani d’Azione per l’energia sostenibile ed il clima, e sull’esperienza transnazionale dei progetti Europei: 

EMPOWERING-Empowering local public authorities to buildintegratedsustainableenergystrategies-(www.empowering-project.eu), finanziato dal programma quadro europeo Horizon2020 per la ricerca e l'innovazione, e LIFE SEC ADAPT -Sustainableenergycommunitiespromotingclimateadaptationstrategies in mayoradaptinitiative- (www.lifesecadapt.eu)– finanziato dal programma per l’ambiente e l’azione per il clima (LIFE 2014-2020) – Adattamento ai cambiamenti climatici.

Entrambi i progetti, mirano a rafforzare le capacità dei decisori politici e funzionari comunali, attraverso specifiche attività di formazione, scambio di esperienze e buone pratiche a livello Europeo nei settori di energia integrata, mobilità sostenibile, pianificazione territoriale, adattamento e soluzioni finanziarie innovative)

Per maggiori informazioni sull’evento, visitare: 

https://www.festambiente.it/programma-completo-festambiente/

Pubblicato in Notizie

Il 3 e 4 luglio 2018, i partner del progetto "4helix+" provenienti da 6 nazioni diverse (Italia, Croazia, Francia, Spagna, Portogallo, Albania) si sono riuniti a Lisbona per partecipare al secondo meeting del comitato direttivo del progetto, ospitato dal partner portoghese - XXI Dinamic Network - presso l'Università Lusòfona di Lisbona e presieduto dal Lead Partner SVIM - Sviluppo Marche S.r.l.

Due giorni intensi, durante i quali sono state dibattute in dettaglio la maggior parte delle attività progettuali previste nel prossimo periodo, ovvero una serie di eventi da organizzare, quali i Blu Bootcamp, gli Infoday regionali, l'evento di brokeraggio transnazionale a Zara, nonché le principali attività del progetto attorno a cui ruotano tali eventi, vale a dire il lancio dell’invito a manifestare interesse per il reclutamento dei Knowledge Provider e la preparazione del Bando per il sostegno all’acquisto dei servizi di supporto all’innovazione delle imprese operanti nel settore della blue economy.

Una discussione approfondita, concentratasi sui dei diversi aspetti organizzativi riguardanti tali attività ha consentito di definire un quadro metodologico e tecnico chiaro e condiviso per il loro avvio e attuazione.

Una forte campagna promozionale accompagnerà questo processo fino alla sua conclusione, puntando ad accrescere la consapevolezza dei potenziali beneficiari sulle opportunità offerte dal progetto.

In particolare, la campagna avrà come obiettivo iniziale quello di promuovere l’adesione al progetto dei Knowledge Provider (vale a dire gli esperti provenienti dal settore delle industrie culturali e creative e i cosiddetti “nuovi agenti di innovazione”), portatori di esperienza diretta di "innovazione creativa" da trasmettere e diffondere tra le micro piccole medie imprese (MPMI) e le start-up del settore blu MED.

Successivamente, la campagna mirerà ad attrarre questi ultimi, offrendo loro l'opportunità di richiedere un voucher all'innovazione di un valore fino a € 10.000, da utilizzare per acquistare servizi di un Knowledge Provider di loro scelta per realizzare un piccolo progetto di innovazione creativa all'interno della loro azienda.

Questo secondo incontro di partenariato 4helix+ si è svolto nell'ambito della Conferenza “CEIPEL 2018”, un summit internazionale che ha riunito a Lisbona alcuni dei più promettenti imprenditori europei e dei paesi dell’America Latina per discutere sulle strategie dell’innovazione, come fattore chiave per lo sviluppo e la competitività regionale.

Il prossimo del comitato di direzione del progetto si terrà a Zara, in Croazia, nel tardo autunno 2018, a margine dell’evento di brokeraggio transnazionale.

Pubblicato in Notizie

 

Prosegue l’impegno di SVIM-Sviluppo Marche s.r.l. verso l’Unione dell’energia, nel supporto all’ attuazione di politiche e piani regionali per l’energia a livello locale, con l’attivazione di 3 diverse possibilità di tirocini curriculari, in partnership con l’Università Politecnica delle Marche, Facoltà di Ingegneria, della durata rispettivamente di 150, 300 e 375 ore, all’interno del Progetto Europeo EMPOWERING (www.empowering-project.eu), presentato a tal proposito agli studenti già il 27 marzo 2018.

Contribuire alla riduzione del divario di competenze di più di 300 decisori e tecnici in sei regioni europee (Croazia, Grecia, Italia, Romania, Spagna, Ungheria), attraverso specifiche attività di capacity building per la pianificazione energetica, lo scambio di esperienze e buone pratiche a livello Europeo (nei settori di integrated energy, urban mobility, land use planning e innovative financing solutions), è l’obiettivo del progetto EMPOWERING, finanziato dal programma quadro europeo Horizon 2020 per la ricerca e l'innovazione, coordinato da SVIM-Sviluppo Marche s.r.l.

Ma è altresì importante garantire, la partecipazione degli stakeholders (cittadini, studenti, professionisti…), attraverso la formazione, per lo sviluppo di competenze multidisciplinari nella pianificazione energetica territoriale, nella definizione e nell’implementazione di soluzioni innovative nella gestione della transizione energetica e l'applicazione di politiche comunitarie a livello locale.

Solo in questo modo, ritiene SVIM-Sviluppo Marche s.r.l., si è capaci di contribuire a concettualizzare il territorio come un sistema socio-energetico, composto da un governo locale e da persone che fanno scelte consapevoli nel settore energetico, verso l’Unione dell’energia.

Nello specifico, durante il tirocinio formativo, si richiede allo studente di supportare lo staff di progetto nella definizione della metodologia di un Piano di Azione per l’Energia Sostenibile (PAES) per i comuni aderenti al Local Energy Board Marchigiano. Dall’analisi del bilancio energetico comunale si individuano le azioni da intraprendere in ambito energetico, efficientamento e produzione da rinnovabile al fine di una riduzione dei consumi energetici da fonti fossile ed una conseguente riduzione dei gas climalteranti.

Per maggiori informazioni sul tirocinio cliccate a questo link:

https://tirocini.ing.univpm.it/eleaz.asp?corrente=&idsel={18C6062F-80C4-458B-B2D4-98D832638E76}&nome=sviluppo&settsrc=

SVIM-Sviluppo Marche s.r.l. auspica e supporta l’attivazione di tirocini presso le 32 sedi dei Comuni aderenti al LOCAL Energy Board Marchigiano (Appignano, Cupramontana, Grottazzolina, Monte Giberto, Offida, Pollenza, Santa Maria Nuova, Ancona, Ascoli Piceno, Fabriano, Fermo, Jesi, Macerata, Pesaro, San Benedetto del Tronto, Senigallia, Urbino, Castelbellino, Castelplanio, Maiolati Spontini, Mergo, Montecarotto, Monte Roberto, Poggio San Marcello, Rosora, San Paolo di Jesi, Serra San Quirico, Staffolo, Altidona, Campofilone, Fano, San Severino Marche), cosi da valorizzare il rapporto sul territorio, con i rispettivi tecnici e decisori politici comunali.

Inoltre, SVIM-Sviluppo Marche s.r.l si ritiene favorevole all’attivazione di un complementare tirocinio extra curriculare, nel rispetto della normativa vigente.

 

Per informazioni sull’attivazione contattare:

SVIM - Sviluppo Marche S.r.l.  

Via Raffaello Sanzio, 85 - 60125 Ancona 

Tel. +39 071 8064513-4

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.empowering-project.eu

Facebook @empoweringproject2020

Pubblicato in Notizie

SVIM - è Partner del Progetto Innovoucher “ IMPLEMENTING A EUROPEAN LABEL FOR INNOVATION VOUCHER finanziato dal Programma H2020-INNOSUP-2014-6, finalizzato alla definizione di un modello di voucher all’innovazione per supportare lo scambio di servizi a livello transnazionale in Europa tra imprese e fornitori di conoscenza. Il VOUCHER all’INNOVAZIONE è uno strumento importante che la Commissione Europea intende utilizzare sempre di più con l’obiettivo di migliorare la competitività delle imprese a livello globale grazie all’acquisto, da parte di queste ultime, di servizi innovativi presso knowledge/service providers accreditati in altri Paesi Europei.

Il progetto vede apertura di un call il 15 marzo 2018 a cui le imprese possono partecipare per richiedere un voucher per l’acquisto di servizi innovativi presso fornitori di servizi internazionali accreditati in 5 Paesi da scegliere in apposite liste messe a disposizione dai partner del progetto di Spagna, Romania, Belgio e Polonia.

I Beneficiari: PMI che hanno sede operativa nelle Marche- hanno l’opportunità di presentare progetti in partenariato con i suddetti fornitori di servizi internazionali ed utilizzare quindi il VOUCHER messo a disposizione per acquistare servizi innovativi in maniera vantaggiosa;

Il VOUCHER ha un valore massimo di 24.000,00 Euro pari al 70% della spesa effettuata per il servizio ottenuto.

Tutta la documentazione della call sarà poi disponibile nel sito del progetto Innovoucer: www.innovoucher.eu comprensiva di modulistica, regole di presentazione e scadenze.

 

OPPORTUNITA’ PER KNOWLEDGE PROVIDERS/FORNITORI DI SERVIZI ALL’INNOVAZIONE! Entro il 30 Giugno 2018 (Allegato 1)

LA TUA ORGANIZZAZIONE/LA TUA ESPERTISE RISULTA ESSERE ACCREDITATA A LIVELLO NAZIONALE O REGIONALE COME FORNITORE DI SERVIZI ALL’INNOVAZIONE!?

Siamo ora a chiedere conferma delle specializzazioni che puoi offrire al fine di poter proporre i tuoi Servizi e quindi offrire la tua consulenza alle imprese/PMI dei nostri partner europei per progetti di innovazione negli ambiti che trovi descritti nel Questionario che ti proponiamo.

Link al questionario: https://docs.google.com/forms/d/1m1Ckem5bx2nZKjUpbY62TtqZqf599MxV9P9eNlssV8g/viewform?edit_requested=true

 
OPPORTUNITA’ PER LE PMI: un VOUCHER per acquisto di servizi innovativi! Entro il 15 Giugno 2018 (Allegato 2)

Pubblicato in Notizie

Svim protagonista in Europa, vince il progetto 4HELIX+ Interrerreg Mediteranean. 2 milioni di euro, di cui circa 500 mila destinati allo schema di voucher, per sostenere la capacità di innovazione e la cultura creativa delle PMI mediterranee legate al settore marino e marittimo.

Presentazione del progetto 4HELIX+ che vede Svim nel ruolo di coordinatore di un partenariato composto da nove partner, rappresentativi delle otto regioni situate nei sette paesi che si affacciano sul Mediterraneo (Italia, Spagna, Portogallo, Francia, Grecia, Croazia e Albania), tra cui figurano istituti universitari, Camere di commercio, Agenzie di sviluppo, incubatori di impresa.  Oggi i partner riuniti a Roma hanno evidenziato  i primi risultati delle analisi dei contesti territoriali coinvolti, con particolare riferimento ai cluster legati all'economia del mare, nonché le opportunità che questo progetto di cooperazione territoriale offre alle PMI che vogliono rivoluzionare i propri processi, prodotti o servizi e migliorare le proprie strategie competitive, attraverso la logica della condivisione delle conoscenze e dell'innovazione, ricorrendo allo strumento di innovation voucher. Un ruolo chiave in questo percorso assumeranno le industrie culturali e creative che, attraverso la propria esperienza, nel ruolo di fornitori di servizi, potranno innescare la creatività e l'innovazione nei settori tradizionali. . “L’evento di lancio – dichiara l’amministratore unico Gianluca Carrabs - e' stata  l’occasione per una presentazione approfondita delle attività progettuali, oltre che per una riflessione più ampia sulle prospettive di sviluppo dei settori tradizionali ed emergenti, direttamente collegati alla Blue Economy nell'area mediterranea”.  Un ruolo chiave in questo percorso assumeranno le industrie culturali e creative che, attraverso la propria esperienza, nel ruolo di fornitori di servizi, potranno innescare la creatività e l'innovazione nei settori tradizionali. Il progetto, che si concluderà a luglio 2020, è dotato di un budget di oltre 2 milioni di euro, di cui circa 500 mila destinati allo schema di voucher, per sostenere la capacità di innovazione e la cultura creativa delle PMI mediterranee legate al settore marino e marittimo, considerato un importante strumento per lo sviluppo economico e la crescita occupazionale dei territori.

Pubblicato in Notizie

SVIM si aggiudica un nuovo progetto europeo, finanziato nell’ambito del Programma Interreg MED, incentrato sull’economia blu, quale occasione di sviluppo delle imprese e della crescita occupazionale nelle  regioni interessate dal progetto, situate nei 7 partner che si affacciano sul Mediterraneo (Italia, Spagna, Portogallo, Francia, Grecia, Croazia e  Albania).

I partner, tra cui figurano istituti universitari, camere di commercio, agenzie di sviluppo, incubatori d'impresa, si incontreranno per la prima volta a Roma, il 16-17 aprile p.v., presso la Regione Marche, dove illustreranno i primi risultati delle analisi dei contesti territoriali coinvolti, con particolare riferimento ai cluster legati all'economia del mare, nonché le opportunità che questo progetto di cooperazione territoriale offre alle PMI che vogliono rivoluzionare i propri processi, prodotti o servizi e migliorare le proprie strategie competitive, attraverso la logica della condivisione delle conoscenze e dell'innovazione, ricorrendo allo strumento di innovation voucher.

Un ruolo chiave in questo percorso assumeranno le industrie culturali e creative, che attraverso il proprio expertise, nel ruolo di knowledge provider- fornitori di servizi, potranno innescare la creatività e l'innovazione nei settori tradizionali.

Il progetto, che si concluderà a luglio 2020, è dotato di un budget di oltre 2 milioni di euro, di cui circa 500.000,00 saranno destinati allo schema di voucher, volto a sostenere la capacità di innovazione e la cultura creativa delle PMI mediterranee legate al settore marino e marittimo, considerato un importante driver per lo sviluppo economico e la crescita occupazionale dei territori.

 

Pubblicato in Notizie
Mercoledì, 04 Aprile 2018 10:22

EMPOWERING

EMPOWERING

 

(www.empowering-project.eu/it/) mira ad accompagnare sei regioni europee (Croazia, Grecia, Italia, Romania, Spagna, Ungheria) verso una società a bassa intensità di carbonio rafforzando le capacità di enti locali e regionali nella definizione di strategie e piani energetici integrati. Il progetto contribuisce a colmare il divario di competenze necessarie per pianificare misure in linea con il Quadro europeo per l’energia e il clima 2030 e per raggiungere i nuovi obiettivi in termini di riduzione delle emissioni di gas a effetto serra, di consumo di energia da fonti rinnovabili e di efficienza energetica.

 

EMPOWERING affronta le sfide per il risparmio energetico che coinvolgono comuni e autorità regionali attraverso attività di apprendimento e di scambio transnazionale, tra le quali:

  • seminari transnazionali;
  • scambi “peer to peer” tra rappresentanti regionali;
  • visite studio a due buone pratiche tra le regioni partner ed una a livello europeo.

Uno specifico programma di capacity building verrà realizzato per ogni contesto locale, e permetterà di massimizzare l’esperienza di apprendimento.

Conoscenze e competenze acquisite dagli enti locali saranno poi messe in pratica nel processo di adozione di nuovi Piani d’Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima e nell’aggiornamento di quelli già esistenti, mentre le autorità regionali saranno accompagnate nella definizione di una visione energetica regionale al 2050, mettendo in evidenza le principali sfide per l’energia e identificando possibili azioni finanziarie strategiche da implementare.

Risultati attesi

- Creazione di almeno 30 nuove strategie energetiche sostenibili attraverso la redazione e la presentazione di nuovi SECAP (Piani d’Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima) nell'ambito del Patto dei sindaci;

- aggiornamento di 47 strategie energetiche attraverso l'aggiornamento della SEAP esistente nel quadro dell'iniziativa del Patto dei Sindaci;

- creazione di 6 visioni energetiche regionali al 2050, una in ciascuna regione coinvolta, per promuovere il passaggio verso regioni “low carbon”

- aumento delle competenze/capacità/abilità sulle questioni energetiche da parte di funzionari pubblici regionali (almeno 12) e comunali (almeno 308)

Partners

Sviluppo Marche SpA – Italia

AAMA- Agenzia Andalusa per l’Ambiente e l’Acqua – Spagna

Agenzia di Sviluppo Regionale del Nord Est – Romania

RISE- Istituti di ricerca della Svezia – Svezia

IDA- Agenzia di Sviluppo Istriana – Croazia

BORA 94 - Agenzia di sviluppo della contea di Borsod-Abaúj-Zemplén –  Ungheria

RCM- Regione della Macedonia Centrale  – Grecia

CRES-Centro per le Energie Rinnovabili e il Risparmio Energetico  – Grecia

Area tematica: Ambiente Adattamento Climatico Energia Innovazione Macroregione

Aspetti di interesse: Ambiente, Adattamento Climatico, Energia, Innovazione, Macroregione Adriatico Ionica

Ruolo Svim: Capofila di progetto

Contatti Svim: Lucia Catalani

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.empowering-project.eu/it/

Facebook @empoweringproject2020

Youtube https://www.youtube.com/watch?v=y13GBe2PXuc

Pubblicato in Progetti

 

SVIM - è Partner del Progetto Innovoucher “ IMPLEMENTING A EUROPEAN LABEL FOR INNOVATION VOUCHER finanziato dal Programma H2020-INNOSUP-2014-6, finalizzato alla definizione di un modello di voucher all’innovazione per supportare lo scambio di servizi a livello transnazionale in Europa tra imprese e fornitori di conoscenza. Il VOUCHER all’INNOVAZIONE è uno strumento importante che la Commissione Europea intende utilizzare sempre di più con l’obiettivo di migliorare la competitività delle imprese a livello globale grazie all’acquisto, da parte di queste ultime, di servizi innovativi presso knowledge/service providers accreditati in altri Paesi Europei.

Il progetto vede apertura di un call il 15 marzo 2018 a cui le imprese possono partecipare per richiedere un voucher per l’acquisto di servizi innovativi presso fornitori di servizi internazionali accreditati in 5 Paesi da scegliere in apposite liste messe a disposizione dai partner del progetto di Spagna, Romania, Belgio e Polonia.

I Beneficiari: PMI che hanno sede operativa nelle Marche- hanno l’opportunità di presentare progetti in partenariato con i suddetti fornitori di servizi internazionali ed utilizzare quindi il VOUCHER messo a disposizione per acquistare servizi innovativi in maniera vantaggiosa;

Il VOUCHER ha un valore massimo di 24.000,00 Euro pari al 70% della spesa effettuata per il servizio ottenuto.

Tutta la documentazione della call sarà poi disponibile nel sito del progetto Innovoucer: www.innovoucher.eu comprensiva di modulistica, regole di presentazione e scadenze.

 

OPPORTUNITA’ PER KNOWLEDGE PROVIDERS/FORNITORI DI SERVIZI ALL’INNOVAZIONE! Entro il 30 Giugno 2018 (Allegato 1)

LA TUA ORGANIZZAZIONE/LA TUA ESPERTISE RISULTA ESSERE ACCREDITATA A LIVELLO NAZIONALE O REGIONALE COME FORNITORE DI SERVIZI ALL’INNOVAZIONE!?

Siamo ora a chiedere conferma delle specializzazioni che puoi offrire al fine di poter proporre i tuoi Servizi e quindi offrire la tua consulenza alle imprese/PMI dei nostri partner europei per progetti di innovazione negli ambiti che trovi descritti nel Questionario che ti proponiamo.

Link al questionario: https://docs.google.com/forms/d/1m1Ckem5bx2nZKjUpbY62TtqZqf599MxV9P9eNlssV8g/viewform?edit_requested=true

 
OPPORTUNITA’ PER LE PMI: un VOUCHER per acquisto di servizi innovativi! Entro il 15 Giugno 2018 (Allegato 2)

Pubblicato in Notizie

Carrabs: “Società virtuosa, agile e snella”

 

La Svim, la società di sviluppo della Regione Marche, chiude il bilancio 2016 con un attivo di 38.016,00 euro. A fronte di un milione di euro gestiti, ha sviluppato attività economiche, per la comunità marchigiana, di oltre 20 milioni di euro: il 15 per cento dell’importo ha finanziato direttamente i Comuni marchigiani partner di Svim. Lo comunica l’amministratore unico, Gianluca Carrabs, che sottolinea come la Svim sia “una società virtuosa, agile e snella, con in organico solo tre dipendenti a tempo indeterminato e 15 collaboratori esterni., in possesso di elevate professionalità, incaricati esclusivamente all'attuazione dei singoli interventi progettuali”. Il primo obiettivo della nuova dirigenza, continua Carrabs, “è stato quello di adeguare la struttura al riordino intervenuto a seguito della normativa regionale,  che consentirà l'implementazione di un efficace e uniforme sistema di gestione e controllo, contribuendo, al contempo, al perseguimento dell’obiettivo di contenimento della spesa pubblica”. Il lavoro di Svim, prosegue, “si attua attraverso le proprie capacità di intercettare fondi comunitari diretti su tematiche quali innovazione,  internazionalizzazione, politiche di cooperazione territoriale, sviluppo sostenibile, politiche sociali. Fondi che ricadono sul territorio marchigiano solo grazie alla competenza di Svim”. Oltre a queste attività, Svim fornisce assistenza tecnica alla Regione Marche nella programmazione, gestione e valutazione dei fondi strutturali, come Fesr e Feamp 2014 – 2020. “Questo ruolo potrebbe essere sempre più strategico e operativo. Le Marche, come del resto tutta l’Italia,  stanno attraversando, da otto anni, una crisi strutturale che investe il modello economico tradizionale che coinvolge sempre di più il sistema produttivo, occupazionale e ambientale. Accanto alla crisi economica si è abbattuto, su questi territori, il dramma del sisma, il quale ha mutato inevitabilmente tutte le priorità.  La soluzione per agire efficacemente è concentrare il nuovo modello di sviluppo sulla valorizzazione dei grandi giacimenti naturali che possediamo, come ambiente e paesaggio, agricoltura e beni culturali, artigianato e industria innovativa e  di qualità . Questo nuovo modello di sviluppo, viene supportato e sviluppato dalla Regione Marche, attraverso la revisione di metà mandato dei fondi strutturali( (Fse, Fesr, Feasr, Feamp ), rimodulandoli  secondo le nuove priorità, da aggiungere alle risorse derivanti dallo Stato attraverso il Fondo di sviluppo e coesione . Sulla scorta di queste riflessioni e alla luce della riforma della Svim, la società potrebbe supportare la Regione nell’attuazione di questo disegno”.

Pubblicato in Notizie
Pagina 1 di 4

Cerca Progetti