immagine bg interna

Progetto Bluecrowdfunding: workshop interno sulle prospettive dell'utilizzo del Crowdfunding all'interno delle strategie di sviluppo regionali

Venerdì 16 aprile si è svolto in modalità on line e in ottica di governance collaborativa, il workshop interno sull'utilizzo del crowdfunding -quello civico in particolare- da parte di una pubblica amministrazione e sue strategie di sviluppo regionale. Il workshop si colloca nell'ambito del progetto Bluecrowdfunding, di cui la Regione Marche è partner e coinvolta sul tema del crowdfunding civico applicato ai settori della blue economy, in particolare Pesca e Acquacoltura, con il lancio di una campagna di raccolta fondi nei prossimi mesi.

Il workshop, organizzato da Svim Sviluppo Marche cui è affidata l'assistenza tecnica del progetto, costituisce una tappa del progetto ed è servito per discutere l'utilizzo e le opportunità del crowdfunding come strumento finanziario parallelamente alle altre risorse pubbliche e a condividere esperienze europee di crowdfunding e matchfunding da capitalizzare nella Nuova Programmazione; esso inoltre ha dato avvio alle successive fasi preparatorie alla stesura di un position paper transnazionale sul crowdfunding civico insieme ai fondi SIE.

Il workshop si è svolto alla presenza del personale Svim coinvolto nel progetto, di un esperto di crowdfunding, dei dirigenti regionali degli uffici Economia Ittica e Politiche Comunitarie e relativi funzionari di riferimento, con la partecipazione anche dei responsabili delle Autorità di Gestione del Fesr e Fse e con la preziosa presenza della referente delle relazioni pubbliche dell'European Crowdfunding Network di Bruxelles, anch’esso partner di progetto. ECN è un’associazione professionale che ha l’obiettivo di innovare, rappresentare, promuovere e proteggere l’industria europea del crowdfunding, quale elemento chiave per un più facile accesso a fonti di finanziamento per imprese e assistere anche gli enti pubblici nello sviluppo di iniziative di crowdfunding civico.

L'incontro mirava a stimolare la discussione sulle opportunità e sui meccanismi del crowdfunding come strumento finanziario; preparare la bozza del "Transnational position paper sulla complementarità del crowdfunding civico con i fondi ESI" e accompagnare verso una messa a terra a livello operativo degli strumenti di crowdfunding civico in vista del prossimo periodo di programmazione.

Francesca Passeri, responsabile affari pubblici di ECN, ha introdotto il ruolo della sua organizzazione in merito allo sviluppo del crowdfunding civico all'interno della PA e al match funding, sottolineando il diverso ruolo e coinvolgimento di una pubblica amministrazione nell'utilizzo e implementazione del crowdfunding a seconda se in funzione di sponsor, manager, curatore o facilitatore. Inoltre, ha illustrato alcuni passaggi tecnici significativi riportati nello studio: Crowdfunding and ESF opportunities: Future Perspectives for Managing Authority”, pubblicato nel luglio 2020 e commissionato dalla Banca Europea degli Investimenti, mettendo in luce i diversi tipi di match-funding (First-in, Bridging, Top-Up, 1: 1) e presentando alcuni casi di successo di match funding e utilizzo del crowdfunding da parte di alcune autorità pubbliche italiane ed europee.

Sono quindi seguiti gli interventi dei referenti della Regione Marche che hanno tutti evidenziato la necessità di approfondimento del tema data l'interessante opportunità che esso costituisce e la possibilità che presenta ad essere recepito all'interno delle misure della politica regionale europea, accanto e/o in combinazione agli altri strumenti finanziari.