immagine bg interna

News n. 4: SVIM per il territorio_ Aggiornamenti periodici dal Mondo e dall'Europa

Via ad HORIZON 2021-27: il programma UE di ricerca e innovazione transnazionale più vasto al mondo

Approvato in via definitiva dall’Europarlamento con un budget di 95,5 miliardi di euro per il settennato 2021-27 Horizon Europe, il più vasto programma di ricerca e innovazione transnazionale al mondo. Rese note la struttura del programma e le azioni finanziate.

 

Horizon Europe (HE) costituisce il più vasto programma di ricerca e innovazione transnazionale al mondo ed uno dei più ambiziosi in seno all’Unione europea. Con una dotazione complessiva di 95,5 miliardi per il periodo 2021-2027, finanzia attività di ricerca e innovazione principalmente attraverso inviti a presentare proposte aperti e competitivi.

Si tratta di un programma a gestione diretta, ovvero direttamente attuato dalla Commissione europea, con l’ambizione di facilitare la collaborazione e rafforzare l'impatto della ricerca e dell'innovazione nello sviluppo, nel sostegno e nell'attuazione delle politiche dell'UE, affrontando al contempo le sfide globali.

 

La struttura e i Work Programs

Sono attualmente in corso di preparazione i Work Programs (WPs) di Horizon Europe contenenti le call per i primi 4 anni (2021-2024) e a scadenze programmate sarà possibile sottoporre le proposte progettuali. I WP si articolano in Pilastri (pillar), Cluster e Topic:

Pillar I - Scienza Eccellente:

  • Consiglio Europeo della Ricerca
  • Azioni Marie Skłodowska-Curie
  • Infrastrutture di ricerca

Pillar II - Sfide Globali e Competitività Europea Industriale:

  • Cluster 1. Salute
  • Custer 2. Cultura, Creatività e Società Inclusiva
  • Cluster 3. Sicurezza Civile per la Società
  • Cluster 4. Digitale, Industria and Spazio
  • Cluster 5. Clima, Energia e Mobilità
  • Cluster 6. Alimentazione, Bioeconomia, Risorse Naturali, Agricoltura e Ambiente

Pillar III - Europa Innovativa:

  • Consiglio Europeo per l’Innovazione

A cui si aggiunge:

  • Ampliamento della partecipazione e rafforzamento dell’Area di Ricerca Europea.

 

Chi può rispondere alle Call di Horizon

In generale, qualsiasi soggetto giuridico avente sede in UE può partecipare al Programma, ma sono inclusi quelli provenienti da paesi terzi non associati e le organizzazioni internazionali, purché rispettino il regolamento di HE e le condizioni specifiche previste da ogni Call.

 

Le azioni e i contributi

L'ammontare del contributo europeo per i progetti finanziati da Horizon Europe varia in relazione alla tipologia di azione:

  • Azione di ricerca e innovazione (RIA): attività che mirano principalmente a creare nuove conoscenze o esplorare la fattibilità di una tecnologia, prodotto, processo, servizio o soluzione (ricerca di base e applicata, sviluppo e integrazione tecnologico, test, dimostrazione e convalida di un prototipo su piccola scala in un laboratorio o ambiente simulato).

       Contributo UE: 100% delle spese ammissibili.

  • Azione per l'innovazione (IA): mira a definire piani o design per prodotti, processi o servizi nuovi, modificati o migliorati (prototipazione, test, dimostrazione, sperimentazione, convalida del prodotto su larga scala e applicazione sul mercato).

       Contributo UE: 70% delle spese ammissibili (100% per gli enti no profit).

  • Azione di coordinamento e supporto (CSA): coordinamento di azioni bottom-up che promuovono la cooperazione tra soggetti giuridici degli Stati membri e Paesi associati per rafforzare lo Spazio europeo della ricerca.

       Contributo UE: 100% delle spese ammissibili.

  • Programma co-fund (CoFund): attività a supporto di networking e coordinamento, ricerca, innovazione, azioni pilota, innovazione e diffusione sul mercato, formazione e mobilità, sensibilizzazione e comunicazione, diffusione e valorizzazione dei risultati. Questo Programma sarà stabilito o attuato da soggetti giuridici che gestiscono o finanziano programmi di ricerca e innovazione, diversi dagli organismi di finanziamento europei.

       Contributo UE: tra il 30%-70% delle spese ammissibili.

  • Innovazione e diffusione sul mercato (IMDA): azioni per l'innovazione e altre attività necessarie a diffondere l'innovazione sul mercato (anche scaling-up e finanziamento misto).

       Contributo UE: 70% delle spese ammissibili (100% per gli enti no profit).

  • Formazione e mobilità (TMA): attività basate sulla mobilità tra paesi, settori o discipline, allo scopo di migliorare le capacità, le conoscenze e le prospettive di carriera dei ricercatori.

       Contributo UE: 100% delle spese ammissibili.

  • Pre-commercial procurement (PCP): attività volte ad aiutare un gruppo transnazionale di acquirenti a rafforzare gli appalti pubblici per ricerca, sviluppo, convalida e, possibilmente, la prima implementazione di nuove soluzioni per migliorare in modo significativo la qualità e l'efficienza in aree di interesse pubblico, offrendo opportunità di mercato all'industria e i ricercatori.

       Contributo UE: 100% delle spese ammissibili.

  • Public procurement per soluzioni innovative (PPI): attività che mirano a rafforzare la capacità di un gruppo di acquirenti transnazionali di implementare in modo tempestivo soluzioni innovative ovviando alla frammentazione della domanda e condividendo rischi e costi.

       Contributo UE: 50% delle spese ammissibili.

 

Clicca qui per scoprire i bandi aperti

 

 

Fonte: Horizon Europe Work Programme 2021-2022 13. General Annexes