immagine bg interna

Innovazione
Operatore SVIM

Operatore SVIM

Nell’ambito delle azioni progettuali volte a favorire il trasferimento delle risultanze del progetto Investinfish e la loro sostenibilità futura, SVIM ha definito e pubblicato interessanti materiali che evidenziano il modello e il piano di trasferimento che ha guidato i progetti pilota finanziati con voucher per lo sviluppo dell’innovazione, le sintesi delle azioni di condivisione effettuate grazie a study visits effettuate da remoto sui temi del  “ Market Improvement”, “ New Production Layout” e“ Sustainability”, un Position Paper che riflette sulle prospettive future e possibili nuovi strumenti e schemi finanziari a sostegno dell'impresa circolare completato da un tutorial dedicato agli “innovation facilitator" che rendiamo disponibile unitamente ad una presentazione di accomopagnamento scaricabile nella sez download.

Di seguito il link al Tutorial >> https://youtu.be/Q2p2isXne6E

Nell’ambito delle azioni progettuali volte a favorire il trasferimento delle risultanze del progetto Investinfish e la loro sostenibilità futura, SVIM ha definito e pubblicato interessanti materiali che evidenziano il modello e il piano di trasferimento che ha guidato i progetti pilota finanziati con voucher per lo sviluppo dell’innovazione, le sintesi delle azioni di condivisione effettuate grazie a study visits effettuate da remoto sui temi del  “ Market Improvement”, “ New Production Layout” e“ Sustainability”, un Position Paper che riflette sulle prospettive future e possibili nuovi strumenti e schemi finanziari a sostegno dell'impresa circolare completato da un tutorial dedicato agli “innovation facilitator" che rendiamo disponibile unitamente ad una ptresentazione di accomopagnamento.

LE STUDY VISIT DI INVESTINFISH ci permettono di conoscere meglio alcune delle realtà finanziate con i voucher di progetto:

“Adriatic Olive” il progetto proposto dall’azienda Altagamma Srl che mira ad esportare, inizialmente nel mercato ionico adriatico, un nuovo alimento prodotto sulla base della ricetta tipica delle olive ascolane ma con un'unica variante rispetto alla ricetta tradizionale: l'utilizzo del pesce del mare adriatico come ripieno. >> https://fb.watch/acEldlK7pV/

“La Cozza del Conero” il progetto proposto dall’azienda GASPARRI&NICOLINI SNC che mira alla commercializzazione all'ingrosso e al dettaglio di prodotti ittici sia gestendo direttamente un punto vendita sia attraverso la presenza in spazi di vendita all'interno della grande distribuzione. >> https://fb.watch/acErxVIFVG/

“VITALISE-innovatyive digiTal sAles channels for fiSheriEs” il progetto proposto da CagJ Srl che ha permesso di sviluppare un’analisi di fattibilità per l'implementazione di nuovi canali di distribuzione innovativi nel settore della pesca, attraverso una piattaforma di vendita online B2C, capace di supportare la gestione degli ordini e la distribuzione di prodotti ittici freschi, congelati e precotti, all'interno di una filiera della pesca certificata. >> https://urlsand.esvalabs.com/?u=https%3A%2F%2Fwww.facebook.com%2F1593111084165581%2Fposts%2F2660727214070624%2F%3Fd%3Dn&e=5a635173&h=6c95eebf&f=y&p=y

"SVILUPPO DI UN CANALE DI VENDITA E-COMMERCE PER LE VONGOLE DI TIPO BUSINESS TO BUSINESS E BUSINESS TO CONSUMER/DEVELOPMENT OF AN E-COMMERCE SALES CHANNEL FOR BUSINESS TO BUSINESS AND BUSINESS TO CONSUMER TYPES" dell'azienda Wladimiro Campofiloni. Il progetto mira a realizzare  una piattaforma di aste telematiche per la vendita on line delle vongole ai clienti (distributori e ristoratori), nonché migliorare la diffusione della conoscenza del prodotto e il relativo packaging anche attraverso una campagna di social media marketing rivolta ad incrementare  il numero di consumatori qualificati. >> https://fb.watch/adn9UI-4TS/

"Il Cozzaro Nero" di Altamare Srl si propone di sviluppare la conoscenza presso il pubblico e gli operatori della ristorazione (Ho.Re.Ca.) di prodotti quali le cozze (Mytilus galloprovincialis) e le ostriche oggetto di allevamento/coltivazione denominato Long-line sulla fascia costiera del Comune di Porto San Giorgio (FM) attraverso competenze e professionalità di consulenti esterni. >> https://www.facebook.com/page/1593111084165581/search/?q=study%20visit

 

Presso l'Aula Magna dell'Università IUAV di Venezia, alla conferenza "GREENER, SMARTER, MORE CONNECTED: TOWARDS A NEW ERA FOR SMALL PORTS", promossa all'interno del progetto FRAMESPORT - Framework initiative fostering the sustainable development of Adriatic small ports, è stata presentata l'azione pilota presso il Porto di Vallugola/Gabicce Mare. 
Un servizio di e-bus gratuito tra il Porto di Vallugola e Gabicce Mare centro, concepito da Sviluppo Marche, il Comune di Gabicce Mare e  il Servizio Tutela, Gestione e Assetto del Territorio della Regione Marche, che con 3738 passeggeri nel periodo estivo, è stato menzionato come buona pratica di mobilità sostenibile e smart, nei piccoli porti dell'Adriatico. 

Il progetto FRAMESPORT, coinvolge 16 enti italiani e croati come partner ed altri 12 come associati, garantendo la completa copertura geografica dell’area costiera adriatica. Tra i partner figura Sviluppo Marche srl a fianco del Servizio Tutela, Gestione e Assetto del Territorio della Regione Marche ed i Comuni di Gabicce Mare e Numana, come partners associati dell’iniziativa.

Per essere sempre aggiornati: è possibile iscriversi alla newsletter di progetto a questo link http://eepurl.com/guHI-5

o accedere ai seguenti links: 

https://www.italy-croatia.eu/framesport
linkedin.com/company/framesport-interreg-italy-croatia/
facebook.com/framesportinterregitalycroatia


Una nuova era per i piccoli porti dell’Adriatico: i progressi del progetto FRAMESPORT presentati nella conferenza di medio termine.

Giro di boa per il progetto Interreg Italia-Croazia FRAMESPORT (“FRAMEwork initiative fostering the sustainable development of Adriatic Small PORTs”): a un anno e mezzo dal suo avvio ufficiale, i risultati raggiunti fino ad oggi saranno presentati nella conferenza di medio termineGreener, smarter, more connected: towards a new era for small ports, che si terrà martedì 14 dicembre presso l’Aula Magna Tolentini dell’Università IUAV di Venezia.

L’evento sarà l’occasione per descrivere lo stato dell’arte del progetto di cooperazione transfrontaliera che mira a promuovere lo sviluppo integrato e sostenibile dei piccoli porti e delle marine dell’Adriatico, nonché per lanciare la seconda fase del progetto il cui focus sarà l’avvio di un dialogo approfondito con gli stakeholder. Un confronto che consentirà di mettere in luce priorità e principali sfide da affrontare, aprendo la strada verso la definizione di una strategia comune in grado di supportare la crescita dei piccoli porti.

Per partecipare è necessario iscriversi a questo link: https://forms.gle/mafwRxx7HVMKPk7X9

Il progetto FRAMESPORT, coinvolge 16 enti italiani e croati come partner ed altri 12 come associati, garantendo la completa copertura geografica dell’area costiera adriatica. Tra i partner figura Sviluppo Marche srl a fianco del Servizio Tutela, Gestione e Assetto del Territorio della Regione Marche ed i Comuni di Gabicce Mare e Numana, come partners associati dell’iniziativa.

Per essere sempre aggiornati: è possibile iscriversi alla newsletter di progetto a questo link http://eepurl.com/guHI-5

o accedere ai seguenti links: 

https://www.italy-croatia.eu/web/framesport
linkedin.com/company/framesport-interreg-italy-croatia/
facebook.com/framesportinterregitalycroatia


In programma per lunedi 13 dicembre, il "Project steering committee and coordination meeting" del progetto FRAMESPORT - Framework initiative fostering the sustainable development of Adriatic small ports di cui Sviluppo Marche srl è partner. 

In presenz, ospitati dall'Università IUAV di Venezia ed in modalità online, si terrà la riunione di partenariato con l'obiettivo di condividere i risultati raggiunti fino ad ora con l'implementazione da parte dei partners delle azioni pilota nei piccoli porti croati ed italiani, e mettere le basi per la programmazione delle azioni future. 

Il progetto FRAMESPORT, coinvolge 16 enti italiani e croati come partner ed altri 12 come associati, garantendo la completa copertura geografica dell’area costiera adriatica. Tra i partner figura Sviluppo Marche srl a fianco del Servizio Tutela, Gestione e Assetto del Territorio della Regione Marche ed i Comuni di Gabicce Mare e Numana, come partners associati dell’iniziativa.

Per essere sempre aggiornati: è possibile iscriversi alla newsletter di progetto a questo link http://eepurl.com/guHI-5

o accedere ai seguenti links: 

https://www.italy-croatia.eu/web/framesport
linkedin.com/company/framesport-interreg-italy-croatia/
facebook.com/framesportinterregitalycroatia


In programma per martedi 14 dicembre, nell'ambito del progetto FRAMESPORT - Framework initiative fostering the sustainable development of Adriatic small ports di cui Sviluppo Marche srl è partner,  l'iniziativa "GREENER, SMARTER, MORE CONNECTED: TOWARDS A NEW ERA FOR SMALL PORTS".

Pesso l'Aula Magna dell'Università IUAV di Venezia, si terrà la "Mid-term event del progetto strategico Interreg IT-HR, con l'obiettivo di scambiare buone pratiche di azioni pilota nei piccoli porti croati ed italiani, ipotizzando con gli operatori del settore azioni chiave per aumentare la competitività sostenibile dei piccoli porti dell'Adriatico. 

L'agenda dell'evento è disponibile in allegato. 
 
Per partecipare è necessario iscriversi a questo link: https://forms.gle/mafwRxx7HVMKPk7X9

Il progetto FRAMESPORT, coinvolge 16 enti italiani e croati come partner ed altri 12 come associati, garantendo la completa copertura geografica dell’area costiera adriatica. Tra i partner figura Sviluppo Marche srl a fianco del Servizio Tutela, Gestione e Assetto del Territorio della Regione Marche ed i Comuni di Gabicce Mare e Numana, come partners associati dell’iniziativa.

Per essere sempre aggiornati: è possibile iscriversi alla newsletter di progetto a questo link http://eepurl.com/guHI-5

o accedere ai seguenti links: 

https://www.italy-croatia.eu/web/framesport
linkedin.com/company/framesport-interreg-italy-croatia/
facebook.com/framesportinterregitalycroatia


 
Sviluppo Marche srl, coordina la Comunità di Pratica locale, all'interno del progetto TAKE IT SLOW Project Interreg Italy Croatia, per la valorizzazione del patrimonio immateriale del Codice Forestale Camaldolese.
 
In allegato la brochure informativa che riassume, descrivendo le attività del progetto TAKE IT SLOW e quelle in programma nell'azione pilota. 

Per maggiori informazioni sul progetto TAKE IT SLOW:

Sito web: https://www.italy-croatia.eu/web/take-it-slow

Facebook: https://www.facebook.com/takeitslowproject

Instagram: https://www.instagram.com/takeitslowproject

Twitter account: https://twitter.com/TAKEITSLOWAdria

Youtube account: https://www.youtube.com/channel/UC_zafmSNyXbnerSDddb2SIw

Nell’ambito della Fiera Sealogy, dedicata all’universo mare e le sue risorse, in programma a Ferrara dal 18 al 20 novembre (https://www.sealogy.it/), sabato 20 novembre si svolgerà a partire dalle ore 15 la Conferenza finale del progetto "Investinfish" nell’ambito del Programma Italia Croazia, di cui SVIM è Partner.

L’evento sarà preceduto alle ore 14 dalle visite studio in modalità online, in occasione delle quali saranno approfonditi i progetti innovativi sviluppati grazie al voucher per l’innovazione nel settore della Blue Economy ricevuti per l’acquisizione di expertise specifiche a supporto delle idee progettuali.

Tra le aziende marchigiane selezionate da Svim nell'ambito del progetto che ha previsto l'assegnazione di voucher all'innovazione, sarà presentata l’esperienza realizzata con successo dalla Ditta Ittica del Conero Società Cooperativa, supportata dall’expertise di Differens S.r.l nella realizzazione del Progetto ITTICA DEL CONERO E-COMMERCE e dalla Ditta Anna Nuova supportata dall’expertise della Ditta Blue Marine Service nella realizzazione del Progetto Trap -Led.

Complessivamente nel territorio marchigiano sono 8 i progetti finanziati a voucher da € 8.000,00 per sperimentare innovazioni di prodotto e di processo, valutare nuove tecnologie, realizzare studi di fattibilità, introdurre e sviluppare strategie di marketing digitale innovative volte all’espansione del mercato tramite canali di e-commerce Businnes to Businnes e Businnes to Customer nonché favorire la commercializzazione ed esportazione dei prodotti ittici.

 

Il “varo circolare” del Pelikan Le Marche per avviare la campagna di crowdfunding civico "Mare Circolare"

Si è tenuto lunedì 27 settembre 2021 alle ore 17.00 presso Marina Dorica al Porto di Ancona il varo di nuova unità di classe Pelikan. La cerimonia ha visto la partecipazione di numerosi esponenti del mondo della portualità anconetana e nazionale e la presenza delle istituzioni politico –amministrative, militari e religiose.

Un varo particolare poiché definito “Circolare”. La motivazione? Perché questa imbarcazione avrà il suo primo impiego operativo all’interno del progetto europeo Blue Crowdfunding, con l’iniziativa proposta da Garbage Group “Mare Circolare”.  Una campagna di raccolta fondi civica, che si sviluppa con il sostegno di Regione Marche e Svim oggi Svem unica nel suo genere, che chiama a raccolta la sensibilità collettiva in un progetto concreto, innovativo, e di sensibilizzazione che mira ad intervenire con azioni di bonifica e pulizia dei mari in quelle zone di fasce costiere che presentino particolari peculiarità ambientali o che siano in prossimità di centri urbani marchigiani di interesse turistico rilevante (Fano, Senigallia, l’area del Conero e Civitanova Marche), al fine di rimuovere gli elementi inquinanti, la plastica in primis, favorendo così la salubrità marina, funzionale alla salvaguardia della filiera ittica e della catena alimentare.

Il battello ecologico prodotto dalla sinergia fra il cantiere anconetano C.P.N. leader nella costruzione di yacht e barche da lavoro e la società di servizi antinquinamento Garbage Group specializzata nel settore dei servizi ecologici portuali dell’antinquinamento marino negli specchi acquei chiusi va ad aggiungersi alle 3 imbarcazioni oggi operanti nei porti di Ancona, Bangkok e Phuket.

Erano presenti sul palco insieme al CEO di Garbage Group Paolo Baldoni: Michele Polenta assessore all’ambiente del Comune di Ancona, Gian Mario Raggetti Presidente di Marina Dorica, Guido Vettorel dell’ADSP del Mare Adriatico Centrale, Chiara Biondi consigliere regionale, Gianmauro Melis AU di Svim oggi Svem, Gian Marco Luna Direttore CNR – IRBIM, Francesco Regoli, direttore del Dipartimento di Scienze della Vita e dell’Ambiente dell’Univpm, Mons. Angelo Spina e lo Chef stellato Moreno Cedroni testimonial della campagna pubblicitaria del progetto “Mare Circolare” insieme a Giobbe Covatta collegato da remoto e, infine, i rappresentanti di Legambiente, 2hands e Komaros Sub Ancona.

“Ogni varo di una nuova imbarcazione porta con sé migliorie ed innovazioni – ha dichiarato Paolo Baldoni CEO di Garbage Group – e questa unità non fa eccezione. La prima, che si evince già dal nome Pelikan “Le Marche”, è nel suo impiego operativo, legato a un progetto europeo, un civic crowdfunding che ci permetterà di portare il contributo del nostro “Sistema Pelikan” in aree marchigiane in cui non operiamo. Al nostro fianco ci saranno, come sempre, gli enti scientifici e di ricerca che monitoreranno e studieranno il mare prima e dopo gli interventi e, infine, il mondo dei volontari, vera e propria espressione civica di un ambientalismo attivo e concreto, sia lungo le spiagge che sotto la superficie del mare. Ma le novità non finiscono qui, importanti migliorie sono state applicate a questo nuovo battello ecologico: dai droni che gli permetteranno di perlustrare più velocemente i tratti di mare durante le operazioni, ai ROV (Remotely Operated Vehicle), sottomarini a comando remoto che ci aiuteranno a lavorare sul fondale con i rifiuti sommersi. A questo aggiungiamo le sonde che saranno utilissime per monitorare lo stato di salute delle acque e comunicarle, via satellite, presso gli enti e centri di ricerca di settore”.

Rivivi il momento del Varo nella DIRETTA Facebook sulla pagina Mare Circolare:

https://fb.watch/8qRWzTYWYX/

Nel panel del progetto Costaenergy per parlare di crowdfunding civico per il mare.

Il giorno 30 settembre 2021 la dott.ssa Valentina Bozzi dell’agenzia di sviluppo Svim -oggi Svem- ha preso parte alla tavola rotonda della conferenza Locale “COASTENERGY: ai confini dell’energia blu!” organizzata dall’Università di Camerino nell’ambito dell’omonimo progetto Interreg Italia-Croazia Coastenergy per presentare il progetto Interreg Med BLUECROWDFUNDING. In tale occasione, alla presenza di numerosi esponenti del mondo scientifico, istituzionale ed economico, si è parlato di sistemi innovativi di produzione di energia in ambito costiero dal punto di vista tecnico e scientifico, ma anche delle diverse azioni e connessioni con altri progetti per lo sviluppo e la promozione di energie rinnovabili e azioni di sostenibilità rivolte alla blue economy.

L’evento si è svolto nell’ambito della settimana sulla blue economy promossa da Tipicità in Blu nella location della Mole Vanvitelliana ad Ancona. Hanno preso parte all’evento le più importanti realtà della Regione Marche che lavorano in settori correlati alla Blue Economy come la ristorazione, la nautica, la pesca, lo sport, il turismo e la cultura: con larga partecipazione on line e off line.

Tale occasione è stato un’importante momento di visibilità per Bluecrowdfunding e in particolare per presentare la buona prassi implementata dalla Regione Marche attraverso il lancio della campagna di crowdfunding civico “Mare Circolare” oltre che per condividere alcune considerazioni metodologiche sull’utilizzo dello strumento di crowdfunding da parte della Amministrazione Regionale.

Rivedi la diretta qui: https://fb.watch/8xbuiLhi1L/

Pagina 1 di 25

Cerca Progetti