immagine bg interna

Risultati della ricerca per: Adattamento Climatico
Lunedì, 16 Dicembre 2019 12:43

Patto dei Sindaci: SVIM eccellenza italiana

Le Marche coordinate dalla SVIM rappresentano l’eccellenza italiana nell’attuazione del Patto dei Sindaci per il Clima e l’Energia

 

 

 

Premiati i 32 Comuni marchigiani che hanno contribuito attivamente alle politiche di transizione energetica e adattamento ai cambiamenti climatici. Viceministro Cancelleri: “Al via da subito una strategia condivisa fra il mio dicastero e SVIM”.  I dati confermati dall’ENEA

Sono stati premiati il 4 dicembre 2019 i 32 i Comuni marchigiani che contribuito attivamente alle politiche di transizione energetica e adattamento ai cambiamenti climatici. L’evento si è tenuto mercoledì 4 dicembre alle ore 14.15 nello Spazio HDRÀ Palazzo Fiano Piazza San Lorenzo in Lucina 4 a Roma all’interno del convegno organizzato da Regione Marche e SVIM Agenzia di Sviluppo Regione Marche dal titolo: “Transizione energetica e adattamento climatico il Patto dei Sindaci delle Marche strumento di pianificazione e di governance per il cambiamento”. Il Focus tutto dedicato alle Marche si è contestualizzato all’interno del XII Forum "QualEnergia?" di Legambiente, Editoriale La Nuova Ecologia e Kyoto Club, in partenariato con Cobat che, quest’anno, propone il tema "Quale Green New Deal? Come rendere la transizione energetica un’opportunità per imprese e cittadini”. Il workshop dedicato alle Marche è stato moderato da Marco Frittella Giornalista del TG1 e ha visto la partecipazione dell’On. Giancarlo Cancelleri Viceministro Infrastrutture e Trasporti, Gianluca Carrabs Amministratore Unico Svim Agenzia di Sviluppo Regione Marche, Manuela Bora Assessora Energia Regione Marche, Maurizio Mangialardi Presidente ANCI Marche, Giovanni Addamo Responsabile Sistemi Territoriali Area Regioni Centrali Enea, Pasqualino Piunti Sindaco di San Benedetto del Tronto, Sabrina Santelli Assessora all’Attività Produttive Comune di Pergola, Sergio Fabiani Presidente della Provincia di Ascoli Piceno, Filippo Gasperi Sindaco di Gradara, Paolo Calcinaro Sindaco di Fermo e Adriano Maroni AD Menowatt Ge.

“Le Marche rappresentano l’eccellenza italiana nell’attuazione del Patto dei Sindaci per il Clima e l’Energia e SVIM ha dimostrato che un unico soggetto attuatore regionale che coordina le Amministrazioni Comunali riesce a raggiungere performance altissime”. Queste le parole dell’On. Giancarlo Cancelleri Viceministro Infrastrutture e Trasporti intervenuto al convegno. “Da oggi sia apre anche una nuova collaborazione istituzionale con il mio dicastero per poter implementare al massimo lo sviluppo linee strategiche che possano dare risposte concrete ai territori. La nostra collaborazione potrà partire con una condivisione progettuale per rendere l’isola di Pantelleria 100% rinnovabile”.

“Dai dati nazionali – ha sottolineato Giovanni Addamo Responsabile Sistemi Territoriali Area Regioni Centrali Enea –  emerge in maniera chiara che le Marche rappresentano un’eccellenza nel panorama nazionale grazie all’impegno dalla Regione Marche e SVIM”.

Didascalia: La premiazione dei Sindaci intervenuti a Roma il 4 dicembre

Regione Marche, SVIM e il Patto dei Sindaci per il Clima e l’Energia

 

115 Comuni marchigiani hanno già aderito al Patto, più 38 in preadesione, l’obiettivo di SVIM è arrivare al 100% delle municipalità

 

 

Il cambiamento climatico è la sfida del nostro tempo. I Comuni svolgono un ruolo decisivo nella mitigazione degli effetti conseguenti al cambiamento climatico, soprattutto se si considera che l’80% dei consumi energetici e dell’emissioni di CO2 è associato alle attività urbane. Il Patto dei Sindaci per il Clima e l’Energia è un importante strumento per garantire la transizione energetica e l’adattamento ai cambiamenti climatici. La SVIM, l’Agenzia di Sviluppo della regione Marche, è il soggetto attuatore che accompagna, attraverso il supporto tecnico dei suoi consulenti, i Comuni della regione Marche nell’elaborazione del Piano di Azione per l’Energia Sostenibile ed il Clima (Paesc) e lo sviluppo di strumenti operativi che ne facilitano la costruzione ed il monitoraggio, permettendo l'analisi dei piani di azione locali e l’ottimizzazione degli strumenti attuativi delle politiche regionali a supporto degli interventi pianificati sul territorio. L'Unione Europea riconosce ufficialmente SVIM come struttura di coordinamento territoriale, la quale si impegna ad offrire consulenza strategica e sostegno tecnico ai firmatari del Patto.

Didascalia: Gianluca Carrabs Amministratore Unico SVIM e il Viceministro Giancarlo Cancelleri

SVIM incubatore di competenze per i Comuni delle Marche

 

Carrabs: “Realizzeremo un master plan su scala regionale che promuova un nuovo modello di sviluppo economico basato su basse emissioni di carbonio, per poterlo finanziare con un piano trentennale direttamente dalla Banca Europea per gli Investimenti”

 “A Roma – ha dichiarato l’AU di SVIM Gianluca Carrabs – sono stati premiati i 32 Comuni marchigiani (Altidona, Ancona, Appignano, Ascoli Piceno, Campofilone, Castelbellino, Castelplanio, Cupramontana, Fabriano, Fano, Fermo, Grottazzolina, Jesi, Macerata, Maiolati Spontini, Mergo, Monte Giberto, Montecarotto, Monteroberto, Offida, Pesaro, Poggio San Marcello, Pollenza, Rosora, San Benedetto del Tronto, San Paolo di Jesi, San Severino Marche, Santa Maria Nuova, Senigallia, Serra San Quirico, Staffolo e Urbino), che hanno aderito ai progetti  EMPOWERING finanziato dal programma Horizon2020 e LIFE SEC ADAPT, coordinati da SVIM. Questi due progetti, con un valore economico totale di 4.710.788 di euro, sono stati intercettati grazie alla competente progettazione SVIM ed hanno generato le risorse finanziare necessarie all’accrescimento del know how all’interno della pubblica amministrazione anche e soprattutto attraverso la formazione del personale. Grazie al percorso triennale di assistenza tecnica di SVIM, con i progetti EMPOWERING e LIFE SEC ADAPT, si è garantito che 32 Comuni marchigiani potessero rinnovare e integrare il proprio PAES-Piano d’Azione per l’energia sostenibile e il clima, formando più di 300 fra tecnici e funzionari di livello locale e regionale, con capacità e competenze specifiche, 78 piani d’azione per l’energia sostenibile, l’aumento del 45% delle adesioni dei comuni marchigiani al Patto dei Sindaci, 6 strategie energetiche regionali di decarbonizzazione e 6 modelli di strumenti innovati di finanziamento, 3 piani d’azione per le energie sostenibili congiunti. Ad oggi sono ben 115 i Comuni che hanno aderito al Patto dei Sindaci cui se ne aggiungeranno a brevissimo altri 38. L’impegno per il futuro è coinvolgere tutti i Comuni delle Marche, raggiungendo l’unanimità delle adesioni al Patto dei Sindaci per il Clima e l’Energia, così da creare un master plan su scala regionale, che promuova un nuovo modello di sviluppo economico basato su basse emissioni di carbonio, per poterlo finanziare con un piano trentennale, direttamente dalla Banca Europea per gli Investimenti”.

Didascalia: Giovanni Addamo Responsabile ENEA, Gianluca Carrabs Amministratore Unico SVIM e Maurizio Mangialardi Presidente ANCI Marche

Pubblicato in Notizie

Ancona 28 novembre 2019 – Si terra mercoledì 4 dicembre alle ore 14.15 nello Spazio HDRÀ Palazzo Fiano Piazza San Lorenzo in Lucina 4 a Roma il convegno organizzato da Regione Marche e SVIM Agenzia di Sviluppo Regione Marche dal titolo: “Transizione energetica e adattamento climatico il Patto dei Sindaci delle Marche strumento di pianificazione e di governance per il cambiamento”. Il Focus tutto dedicato alle Marche si contestualizza all’interno del XII Forum "QualEnergia?" di Legambiente, Editoriale La Nuova Ecologia e Kyoto Club, in partenariato con Cobat che, quest’anno, propone il tema "Quale Green New Deal? Come rendere la transizione energetica un’opportunità per imprese e cittadini”. Il workshop dedicato alle Marche che si svolgerà nella seconda giornata di lavori sarà moderato da Marco Frittella Giornalista del TG1 e vedrà la partecipazione dell’On. Giancarlo Cancelleri Viceministro Infrastrutture e Trasporti, Gianluca Carrabs Amministratore Unico Svim Agenzia di Sviluppo Regione Marche, Manuela Bora Assessora Energia Regione Marche, Maurizio Mangialardi Presidente ANCI Marche, Pasqualino Piunti Sindaco di San Benedetto del Tronto, Giovanni Addamo Responsabile Sistemi Territoriali Area Regioni Centrali Enea, Sabrina Santelli Assessora all’Attività Produttive Comune di Pergola, Sergio Fabiani Presidente della Provincia di Ascoli Piceno, Filippo Gasperi Sindaco di Gradara, Paolo Calcinaro Sindaco di Fermo e Adriano Maroni AD Menowatt Ge, al termine del convegno saranno premiati i Comuni marchigiani che hanno contribuito attivamente alle politiche di transizione energetica e adattamento ai cambiamenti climatici.

“Dallo scioglimento dei ghiacci alle super nevicate passando per la tropicalizzazione del clima, gli allagamenti a Venezia, le frane che distruggono le infrastrutture - ha dichiarato Gianluca Carrabs AU di SVIM - sono queste, purtroppo ormai, le realtà che viviamo quotidianamente. Il Patto dei Sindaci per il Clima e l’Energia è un validissimo strumento messo a disposizione dell’Unione Europea per contrastare questo drammatico fenomeno dei cambiamenti climatici. SVIM, com’è noto, è il soggetto attuatore per la regione Marche di questa forma di governance che vede il coinvolgimento attivo dei Comuni marchigiani, d’altronde già più volte l’Agenzia di Sviluppo di Regione Marche è stata presa ad esempio come modello virtuoso. A Roma avremo occasione di implementare e sviluppare il nostro Know How e di premiare tutti i comuni che si sono distinti nell’applicazione dei loro Piani d’Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima”.

Pubblicato in Notizie
Mercoledì, 27 Febbraio 2019 11:57

EMPOWERING & LIFE SEC ADAPT presentati a Brussels

Coordinati da Sviluppo Marche srl, i due progetti sono stati selezionati come buona pratica di “Multilevel Governance per la realizzazione di SECAP a livello regionale” e presentati a Brussels il 20 febbraio, in occasione del Covenant of Mayors Investment Forum - Energy Efficiency Market Place (https://eu.eventscloud.com/ehome/200185311/200445992/?&t=a7d359e623bbb8defd0c1be3261e3ba3).

Insieme ai due progetti, più di 30 progetti di successo a livello Europeo, sono stati presentati in sei filoni tematici paralleli di workshop interattivi dedicati:

- Pianificazione energetica sostenibile

- Finanziamento del trasporto urbano sostenibile

- Finanziamento dell'efficienza energetica nel settore pubblico

- Schemi di ristrutturazione domestica in città e regioni

- Finanziamento dell'adattamento climatico

- Schemi di finanziamento innovativi che facilitano il mercato per l’adattamento climatico e il finanziamento dell'energia sostenibile

I due progetti, attraverso attività di capacity building, rivolta ai rappresentanti comunali e regionali, hanno supportato l’adesione al Patto dei Sindaci di 16 nuovi comuni, di cui 11 membri del JOINT Secap Vallesina, e all’aggiornamento dei SEAP di 16 comuni già aderenti (inclusa la parte di adattamento climatica).

L’evento co-organizzato dalla Commissione Europea ed EASME, in collaborazione con il Patto dei Sindaci, ha coinvolto più di 550 partecipanti in Europa, contribuendo al dibattito verso la transizione energetica e finanziamenti sull’adattamento climatico.

Per maggiori informazioni:

https://www.empowering-project.eu/en/news/;

http://www.lifesecadapt.eu/it/

Pubblicato in Notizie
Mercoledì, 04 Aprile 2018 10:22

EMPOWERING

EMPOWERING

 

(www.empowering-project.eu/it/) mira ad accompagnare sei regioni europee (Croazia, Grecia, Italia, Romania, Spagna, Ungheria) verso una società a bassa intensità di carbonio rafforzando le capacità di enti locali e regionali nella definizione di strategie e piani energetici integrati. Il progetto contribuisce a colmare il divario di competenze necessarie per pianificare misure in linea con il Quadro europeo per l’energia e il clima 2030 e per raggiungere i nuovi obiettivi in termini di riduzione delle emissioni di gas a effetto serra, di consumo di energia da fonti rinnovabili e di efficienza energetica.

 

EMPOWERING affronta le sfide per il risparmio energetico che coinvolgono comuni e autorità regionali attraverso attività di apprendimento e di scambio transnazionale, tra le quali:

  • seminari transnazionali;
  • scambi “peer to peer” tra rappresentanti regionali;
  • visite studio a due buone pratiche tra le regioni partner ed una a livello europeo.

Uno specifico programma di capacity building verrà realizzato per ogni contesto locale, e permetterà di massimizzare l’esperienza di apprendimento.

Conoscenze e competenze acquisite dagli enti locali saranno poi messe in pratica nel processo di adozione di nuovi Piani d’Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima e nell’aggiornamento di quelli già esistenti, mentre le autorità regionali saranno accompagnate nella definizione di una visione energetica regionale al 2050, mettendo in evidenza le principali sfide per l’energia e identificando possibili azioni finanziarie strategiche da implementare.

Risultati attesi

- Creazione di almeno 30 nuove strategie energetiche sostenibili attraverso la redazione e la presentazione di nuovi SECAP (Piani d’Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima) nell'ambito del Patto dei sindaci;

- aggiornamento di 47 strategie energetiche attraverso l'aggiornamento della SEAP esistente nel quadro dell'iniziativa del Patto dei Sindaci;

- creazione di 6 visioni energetiche regionali al 2050, una in ciascuna regione coinvolta, per promuovere il passaggio verso regioni “low carbon”

- aumento delle competenze/capacità/abilità sulle questioni energetiche da parte di funzionari pubblici regionali (almeno 12) e comunali (almeno 308)

Partners

Sviluppo Marche SpA – Italia

AAMA- Agenzia Andalusa per l’Ambiente e l’Acqua – Spagna

Agenzia di Sviluppo Regionale del Nord Est – Romania

RISE- Istituti di ricerca della Svezia – Svezia

IDA- Agenzia di Sviluppo Istriana – Croazia

BORA 94 - Agenzia di sviluppo della contea di Borsod-Abaúj-Zemplén –  Ungheria

RCM- Regione della Macedonia Centrale  – Grecia

CRES-Centro per le Energie Rinnovabili e il Risparmio Energetico  – Grecia

Area tematica: Ambiente Adattamento Climatico Energia Innovazione Macroregione

Aspetti di interesse: Ambiente, Adattamento Climatico, Energia, Innovazione, Macroregione Adriatico Ionica

Ruolo Svim: Capofila di progetto

Contatti Svim: Lucia Catalani

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.empowering-project.eu/it/

Facebook @empoweringproject2020

Youtube https://www.youtube.com/watch?v=y13GBe2PXuc

Pubblicato in Progetti

LIFE SEC ADAPT: erogato il secondo prefinanziamento di risorse europee, nell’ambito del Programma LIFE, per aumentare la resilienza dei territori coinvolti.

Intercettare i programmi di finanziamento europei a gestione diretta: è questo l’obiettivo che SVIM sta portando avanti a vantaggio degli Enti Locali, per contribuire allo sviluppo sostenibile del nostro territorio regionale e dei partner europei coinvolti nel Progetto LIFE SEC ADAPT.

Il Progetto LIFE SEC ADAPT (Programma LIFE 2014-2020), che ha un budget di oltre 3,2 milioni di euro per una durata di 40 mesi, coinvolge 23 partner provenienti da quattro Stati Membri dell’Unione Europea (Italia, Croazia, Spagna e Grecia). L’impatto del progetto ha una considerevole ricaduta sul territorio marchigiano, con la partecipazione di 12 Comuni (Ancona, Ascoli Piceno, Fabriano, Fermo, Jesi, Macerata, Offida, Pesaro, Santa Maria Nuova, San Paolo di Jesi, Senigallia, Urbino) nel ruolo di partner di progetto, con risorse finanziarie che, insieme a quelle di Svim, raggiungono complessivamente più di 2 milioni di euro.

SVIM, in qualità di capofila, ha ricevuto il secondo prefinanziamento da parte dell’Agenzia Europea EASME, incaricata della gestione del Programma LIFE 2014-2020, erogando al partenariato oltre 700.000 euro per l’implementazione del progetto, di cui più di 500.000 sono stati distribuiti sul territorio marchigiano.

LIFE SEC ADAPT intende aumentare la capacità di adattamento ai cambiamenti climatici dei Comuni coinvolti, attraverso l’adesione all’Iniziativa Europea “Patto dei Sindaci per il Clima e l’Energia” e la declinazione degli obiettivi europei in materia di clima, nelle politiche, strategie ed interventi a livello locale, facilitando la transizione delle aree urbane verso un’economia a basse emissioni di carbonio. In questa fase di lavoro l’obiettivo principale è quello di redigere l’analisi di rischio e vulnerabilità a livello locale e regionale, propedeutica alla redazione dei Piani di adattamento ai cambiamenti climatici a livello locale.

I tavoli di lavoro, coordinati da Svim, hanno sviluppato una proficua collaborazione tra tutti i soggetti interessati ed in particolare tra i Comuni; sono numerose le riunioni tra tecnici, anche con la partecipazione degli Amministratori comunali, per un impegno congiunto e volto al raggiungimento dei risultati ed obiettivi di progetto nell’ambito della strategia per l’integrazione delle azioni di mitigazione e di adattamento climatico, in linea con la Roadmap 2050 promossa dall’Unione Europea.

Pubblicato in Notizie

Lo scorso 18 maggio 2017 i Comuni del Local Energy Board delle Marche si sono incontrati per condividere quanto appreso durante il seminario transnazionale sulla pianificazione energetica organizzato dal progetto EMPOWERING ad Atene.

Lo scambio transnazionale di buone pratiche è uno degli strumenti promossi dal progetto EMPOWERING per rafforzare conoscenze e competenze dei Comuni verso una maggiore sostenibilità energetica. Il seminario transnazionale tenutosi ad Atene lo scorso 4 aprile è stata la prima tappa di questo percorso. Per le Marche erano presenti l’arch. Pier D. Pierandrei (Comune di San Severino Marche), l’ing. Luca Giulietti (CIS S.r.l., consorzio tra dodici Comuni dell’area dell’Esino) e l’ing. Paolo Leccesi (Comune di Ascoli Piceno).

Durante la riunione del Local Energy Board del 18 maggio 2017, i tre delegati hanno proposto una sintesi ragionata delle cinque buone pratiche oggetto del seminario di Atene:

- il progetto Sinfonia e l’azione pilota di pianificazione energetica di un intero quartiere di Bolzano, ha come punti chiave una ben strutturata rete di partner a livello locale e una strategia integrata che punta a generare benefici in termini di posti di lavoro e maggiore qualità della vita;
- Ghent (Belgio), “Climate Neutral City”, ci insegna come l’inarrestabile processo di urbanizzazione possa essere un’opportunità per adottare criteri migliorativi rispetto all’ambiente, all’uso del suolo, alle fonti di energia;
- Växjö (Svezia), “la città più verde d’Europa”, che si è posta il forte obbiettivo politico di liberarsi dai combustibili fossili entro il 2030, indica tra i fattori di successo chiave la collaborazione tra forze politiche, l’individuazione di obiettivi di lungo termine misurabili, la collaborazione tra stakeholder;
- i casi di Energy Performance Contract (EPC) nella regione di Auvergne-Rhône-Alpes (Francia) rappresentano un modello potenzialmente applicabile anche alle Marche, che sfrutta la collaborazione tra comuni di piccole dimensioni per avviare investimenti di larga scala altrimenti irrealizzabili;

I membri del LEB hanno quindi avuto modo di discutere assieme gli elementi sopra menzionati . Ne sono emersi alcuni spunti di riflessione per il territorio delle Marche: l’importanza dell’integrazione progettuale tra più ambiti (sociale, economico, ambientale); il ruolo fondamentale degli abitanti come shareholder in nuovi metodi di produzione e condivisione dell’energia; l’importanza di adottare obiettivi di lungo termine misurabili. E soprattutto, l’importanza di fare rete, all’interno dei propri confini comunali, tra stakeholder locali, ma anche con una visione più ampia, capace di interpretare in maniera organica il rapporto tra Enti locali, quasi come all’interno di una struttura “metropolitana”.

La prossima tappa del percorso di scambio transnazionale accompagnerà tre ulteriori rappresentanti del LEB delle Marche in una visita studio a Malmö, città della Svezia che da oltre 10 anni porta avanti un approccio olistico allo sviluppo sostenibile. Avranno modo di conoscere più da vicino esempi innovativi di mobilità sostenibile, strategie efficaci per pianificare nuovi quartieri sostenuti al 100% da energia pulita. Potranno inoltre conoscere forme di collaborazione tra autorità locali nel perseguire obiettivi per l’adattamento climatico e la sostenibilità energetica, come il network “Klimatkommunerna”.

In allegato il comunicato stampa completo dell’evento e le presentazioni.

Pubblicato in Notizie
Mercoledì, 16 Dicembre 2015 00:00

Life SEC Adapt

L’obiettivo generale del progetto Life City_SEC Adapt è aumentare la capacità di adattamento ai cambiamenti climatici dei comuni coinvolti, attraverso l’adesione alla Mayor Adapt Initiative e la declinazione degli obiettivi europei in materia di clima.

Pubblicato in Progettazione europea

Cerca Progetti