immagine bg interna

Risultati della ricerca per: Ambiente

#Turismo culturale e sostenibile: Raffaello Sanzio e le Marche, #IoViaggioItaliano”: riscoprire la bellezza dei paesaggi, dei borghi e delle opere artistiche per il rilancio del settore turistico e superare la crisi post Covid-19. 

Questa mattina, diretta streaming dalle Scuderie del Quirinale, visita alla mostra “Raffaello 1520-1483” e presentazione delle monete celebrative per il 500° anniversario della morte dell’artista.

(ROMA, 24 luglio 2020) Si è svolta questa mattina la diretta streaming dal titolo “#Turismo culturale e sostenibile: Raffaello Sanzio e le Marche, #IoViaggioItaliano”, promossa da Regione Marche, Fondazione UniVerde, Scuderie del Quirinale e Svim – Agenzia di Sviluppo della Regione Marche, con il supporto di Automobile Club d'Italia.

Il 2020 è l’anno delle celebrazioni del 500° anniversario della morte di Raffaello Sanzio, artista poliedrico che ha mosso i suoi primi passi nelle Marche, in particolare a Urbino, sua città natale. Autore di capolavori rari e preziosi, fu un punto di riferimento fondamentale nella Roma di Papa Giulio II, prima, e di Papa Leone X, dopo, chiamato a contribuire con le sue opere al rinnovamento artistico della Città Eterna, dove fu punto di riferimento per artisti, antiquari e poeti. 

La diretta, in collegamento dalle Scuderie del Quirinale, si è svolta in occasione della mostra “Raffaello 1520-1483” che i rappresentanti dei soggetti promotori hanno potuto apprezzare all’interno dell’area museale, visitando le oltre 200 opere provenienti dalle più importanti collezioni internazionali, introdotte da Mario De Simoni, Presidente delle Scuderie del Quirinale.

L'evento è stato occasione per rilanciare #ioviaggioitaliano, la campagna per incentivi e attivismo civico a favore del turismo in Italia, promossa da Alfonso Pecoraro Scanio, Presidente della Fondazione UniVerde, e dall’inviato di Striscia la notizia, Jimmy Ghione

Alfonso Pecoraro Scanio, Presidente della Fondazione UniVerde, ha dichiarato: “Il turismo culturale può essere un esempio di sostenibilità e di rilancio per un settore in grave crisi. Le Marche, da questo punto di vista, possono dare un segnale positivo incentivando il turismo nelle aree interne e nei borghi, che può permettere di estendere le aree visitate e i periodi di vacanza. La mostra su Raffaello, che abbiamo apprezzato, e le splendide monete coniate dalla Zecca, presentate oggi all'evento, sono un contributo eccezionale al rilancio della cultura come grande volano di attrazione verso il nostro Bel Paese”.

Luca Ceriscioli, Presidente della Regione Marche, ha dichiarato: “Il turismo esperienziale è la tipologia di visita di cui noi ci facciamo portavoce, quella che permette al visitatore la scoperta di piccole realtà con le loro preziose bellezze dal punto di vista storico, artistico, architettonico e paesaggistico. Le Marche sono un territorio privilegiato, a partire dai numerosi borghi e dai musei che custodiscono un ricco ed eterogeo patrimonio. Un’inestimabile risorsa che fa conoscere, in sicurezza, a tutti i turisti la cultura, le tradizioni e l’identità di una regione che si estende dagli Appennini al mare”.

Gianluca Carrabs, Amministratore Unico di Svim – Agenzia di Sviluppo della Regione Marche, ha dichiarato: “Abbiamo voluto rilanciare la campagna #ioviaggioitaliano, declinandola anche in #ioviaggiomarchigiano. Quello che proponiamo è un modello di sviluppo integrato per l’economia delle Marche e, soprattutto, del suo entroterra, tramite il turismo outdoor. Un prodotto turistico legato all’ambiente e alla cultura del territorio, favorendo l’incremento di posti di lavoro, il ripopolamento dei borghi e una forte destagionalizzazione dell’offerta. L’obiettivo è quello di favorire una veloce ripresa post Covid di tutto il comparto turistico regionale”.

Mario De Simoni, Presidente delle Scuderie del Quirinale, ha sottolineato “L’Italia deve ripartire puntando sulle proprie eccellenze come l’arte, la bellezza e il paesaggio. Il 2 giugno scorso, in coincidenza con la Festa della Repubblica, abbiamo voluto lanciare un segnale positivo con la ripartura della mostra dedicata a Raffaello. Il pubblico ha accolto con entusiamo il nostro invito facendo registrare il tutto esaurito sin dal primo giorno. L’annivesario dei 500 anni dalla morte del grande artista è un evento che ci stimola a ricordare l’eccezionalità del talento italiano ed è fondamentale che tutto il Paese, con le sue realtà più importanti come l’Istituto Poligrafico e la Zecca dello Stato e la Regione Marche, che ha dato i natali a Raffaello, si unisca nel celebrare questa straordinaria ricorrenza”.

Nel corso dell'incontro, si è tenuta la presentazione delle monete in oro e in argento realizzate dall'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato per il 500° anniversario della morte di Raffaello Sanzio, con l’intervento dell’Ing. Matteo Taglienti: “Siamo orgogliosi di questo omaggio a Raffaello, uno dei più grandi artisti del Rinascimento italiano. La grandezza del suo genio si può apprezzare anche dalla grande qualità artistica del lavoro dei nostri maestri incisori. Sul dritto delle monete è rappresentato l’autoritratto del grande artista urbinate, conservato alle Gallerie degli Uffizi di Firenze, il rovescio riporta un particolare dell’affresco Scuola di Atene”.

All'evento, trasmesso in diretta streaming sulle Pagine Facebook della Fondazione UniVerde e di Svim, è intervenuto anche Gerardo Capozza, Segretario Generale ACI − Automobile Club d’Italia.

Pubblicato in Notizie
Giovedì, 30 Luglio 2020 12:32

Progetto "Appennino Outdoor"

Dopo Marche Outdoor, si presenta Appennino Outdoor la nuova frontiera del turismo sostenibile

 

Si è tenuta mercoledì 22 alle ore 18.00 presso il Castello di Granarola la tavola rotonda sul turismo sostenibile ed innovativo, un percorso fattibile per il rilancio del comparto su tutto il territorio regionale, ma non solo

Ancona 21 luglio 2020 – Si è tenuta mercoledì 22 luglio alle ore 18.00 presso il Castello di Granarola la tavola rotonda “Appennino Outdoor la nuova frontiera del turismo sostenibile”. Un progetto che si sviluppa da quello già realizzato denominato "Marche Outdoor". Il dibattito ha visto la partecipazione di Federico Geremel direttore di Lonely Planet Magazine Italia, Marco Bruschini Direttore Politiche Turismo e Promozione ACI, Roberto Ronchi Presidente dell’Associazione Giornalisti Ciclisti Italiani, Alfonso Pecoraro Scanio Professore di Turismo e Sostenibilità Università degli Studi di Tor Vergata, Lorenzo Lombardi giornalista e green influencer, Alberto Mazzini Servizio Sviluppo e Valorizzazione della Regione Marche, Maurizio Mangialardi Presidente Anci, Gianluca Carrabs Amministratore Unico di Svim Agenzia di Sviluppo della Regione Marche, moderati e coordinati dal giornalista RAI Paolo Notari. 

Una riflessione che ha toccato temi importantissimi e proposto un modello di sviluppo integrato per l’economia delle Marche ma, soprattutto, del suo entroterra, tramite un volano già testato e in forte crescita: quello del turismo outdoor, riprendendo il progetto "Marche Outdoor" già realizzato ed in fase di implementazione dalla Regione Marche. Un raccordo trasversale per l’area dell’Appennino che crea un sistema in grado di intensificare un prodotto turistico collegato all’ambiente e alla cultura del territorio, favorendo l’incremento di posti di lavoro e il ripopolamento dei borghi. Fra le proposte l’idea di un sistema digitale in grado di delineare un viaggio alla scoperta di luoghi nascosti, dove il tempo sembra si sia fermato a tutto vantaggio della qualità della vita e di un rapporto armonico con la natura. Una progettualità che punta ad una forte destagionalizzazione dell’offerta turistica di sicuro richiamo per il viaggiatore internazionale. Utilizzando le esperienze progettuali già maturate nelle Marche e, integrandole con nuove proposte, l’obiettivo sarà in questa difficile fase per tutto il settore, di creare un’offerta che possa favorire e velocizzare una ripresa post Covid di tutto il comparto turistico regionale.

La seconda tappa si terrà il 31 luglio alle 18 presso la Sala del Consiglio Comunale di Piobbico.

 

Pubblicato in Notizie

Nell’ambito delle attività di trasferimento e capitalizzazione dei risultati di progetto “4helix+” dedicato all’innovazione del settore della Blue Economy, annunciamo il primo “Blue Digital Road Show”, previsto tra le attività conclusive del progetto .

Il road show si svolgerà sotto forma di webinar il prossimo 10 Luglio alle h 11 come da agenda allegata sul tema della sostenibilità ambientale delle aziende blu, presentando i risultati ottenuti dalle aziende finanziate e un focus aggiornato sul settore pesca e acquacultura per quanto riguarda le misure post-Covid: PIATTAFORMA 210 Misure urgenti per l’economia, il lavoro e il welfare connesse all’emergenza epidemiologica da Covid-19 per le imprese della pesca e dell'acquacultura.

L’evento è organizzato in collaborazione con lo staff dell'Università Politecnica delle Marche - dip. Scienze della Vita e dell'Ambiente che, fin dall'inizio del progetto, ha avuto il ruolo di esperto scientifico.

Per iscriversi si può richiedere qui il link diretto al webinar >>

Ricordiamo che il progetto "4helix+" è incentrato sul promuovere la crescita delle PMI del settore della Blue Economy attraverso la contaminazione intersettoriale in particolare con le imprese culturali e creative. Il progetto ha promosso l'assegnazione di contributi a fondo perduto, i cosiddetti "vouchers blu", attraverso un lungo processo di selezione della domanda e dell'offerta, portando al finanziamento di n. 6 progetti del nostro territorio per un totale di 60.000 €. >>sito di progetto.

Pubblicato in Notizie
Lunedì, 16 Dicembre 2019 12:43

Patto dei Sindaci: SVIM eccellenza italiana

Le Marche coordinate dalla SVIM rappresentano l’eccellenza italiana nell’attuazione del Patto dei Sindaci per il Clima e l’Energia

 

 

 

Premiati i 32 Comuni marchigiani che hanno contribuito attivamente alle politiche di transizione energetica e adattamento ai cambiamenti climatici. Viceministro Cancelleri: “Al via da subito una strategia condivisa fra il mio dicastero e SVIM”.  I dati confermati dall’ENEA

Sono stati premiati il 4 dicembre 2019 i 32 i Comuni marchigiani che contribuito attivamente alle politiche di transizione energetica e adattamento ai cambiamenti climatici. L’evento si è tenuto mercoledì 4 dicembre alle ore 14.15 nello Spazio HDRÀ Palazzo Fiano Piazza San Lorenzo in Lucina 4 a Roma all’interno del convegno organizzato da Regione Marche e SVIM Agenzia di Sviluppo Regione Marche dal titolo: “Transizione energetica e adattamento climatico il Patto dei Sindaci delle Marche strumento di pianificazione e di governance per il cambiamento”. Il Focus tutto dedicato alle Marche si è contestualizzato all’interno del XII Forum "QualEnergia?" di Legambiente, Editoriale La Nuova Ecologia e Kyoto Club, in partenariato con Cobat che, quest’anno, propone il tema "Quale Green New Deal? Come rendere la transizione energetica un’opportunità per imprese e cittadini”. Il workshop dedicato alle Marche è stato moderato da Marco Frittella Giornalista del TG1 e ha visto la partecipazione dell’On. Giancarlo Cancelleri Viceministro Infrastrutture e Trasporti, Gianluca Carrabs Amministratore Unico Svim Agenzia di Sviluppo Regione Marche, Manuela Bora Assessora Energia Regione Marche, Maurizio Mangialardi Presidente ANCI Marche, Giovanni Addamo Responsabile Sistemi Territoriali Area Regioni Centrali Enea, Pasqualino Piunti Sindaco di San Benedetto del Tronto, Sabrina Santelli Assessora all’Attività Produttive Comune di Pergola, Sergio Fabiani Presidente della Provincia di Ascoli Piceno, Filippo Gasperi Sindaco di Gradara, Paolo Calcinaro Sindaco di Fermo e Adriano Maroni AD Menowatt Ge.

“Le Marche rappresentano l’eccellenza italiana nell’attuazione del Patto dei Sindaci per il Clima e l’Energia e SVIM ha dimostrato che un unico soggetto attuatore regionale che coordina le Amministrazioni Comunali riesce a raggiungere performance altissime”. Queste le parole dell’On. Giancarlo Cancelleri Viceministro Infrastrutture e Trasporti intervenuto al convegno. “Da oggi sia apre anche una nuova collaborazione istituzionale con il mio dicastero per poter implementare al massimo lo sviluppo linee strategiche che possano dare risposte concrete ai territori. La nostra collaborazione potrà partire con una condivisione progettuale per rendere l’isola di Pantelleria 100% rinnovabile”.

“Dai dati nazionali – ha sottolineato Giovanni Addamo Responsabile Sistemi Territoriali Area Regioni Centrali Enea –  emerge in maniera chiara che le Marche rappresentano un’eccellenza nel panorama nazionale grazie all’impegno dalla Regione Marche e SVIM”.

Didascalia: La premiazione dei Sindaci intervenuti a Roma il 4 dicembre

Regione Marche, SVIM e il Patto dei Sindaci per il Clima e l’Energia

 

115 Comuni marchigiani hanno già aderito al Patto, più 38 in preadesione, l’obiettivo di SVIM è arrivare al 100% delle municipalità

 

 

Il cambiamento climatico è la sfida del nostro tempo. I Comuni svolgono un ruolo decisivo nella mitigazione degli effetti conseguenti al cambiamento climatico, soprattutto se si considera che l’80% dei consumi energetici e dell’emissioni di CO2 è associato alle attività urbane. Il Patto dei Sindaci per il Clima e l’Energia è un importante strumento per garantire la transizione energetica e l’adattamento ai cambiamenti climatici. La SVIM, l’Agenzia di Sviluppo della regione Marche, è il soggetto attuatore che accompagna, attraverso il supporto tecnico dei suoi consulenti, i Comuni della regione Marche nell’elaborazione del Piano di Azione per l’Energia Sostenibile ed il Clima (Paesc) e lo sviluppo di strumenti operativi che ne facilitano la costruzione ed il monitoraggio, permettendo l'analisi dei piani di azione locali e l’ottimizzazione degli strumenti attuativi delle politiche regionali a supporto degli interventi pianificati sul territorio. L'Unione Europea riconosce ufficialmente SVIM come struttura di coordinamento territoriale, la quale si impegna ad offrire consulenza strategica e sostegno tecnico ai firmatari del Patto.

Didascalia: Gianluca Carrabs Amministratore Unico SVIM e il Viceministro Giancarlo Cancelleri

SVIM incubatore di competenze per i Comuni delle Marche

 

Carrabs: “Realizzeremo un master plan su scala regionale che promuova un nuovo modello di sviluppo economico basato su basse emissioni di carbonio, per poterlo finanziare con un piano trentennale direttamente dalla Banca Europea per gli Investimenti”

 “A Roma – ha dichiarato l’AU di SVIM Gianluca Carrabs – sono stati premiati i 32 Comuni marchigiani (Altidona, Ancona, Appignano, Ascoli Piceno, Campofilone, Castelbellino, Castelplanio, Cupramontana, Fabriano, Fano, Fermo, Grottazzolina, Jesi, Macerata, Maiolati Spontini, Mergo, Monte Giberto, Montecarotto, Monteroberto, Offida, Pesaro, Poggio San Marcello, Pollenza, Rosora, San Benedetto del Tronto, San Paolo di Jesi, San Severino Marche, Santa Maria Nuova, Senigallia, Serra San Quirico, Staffolo e Urbino), che hanno aderito ai progetti  EMPOWERING finanziato dal programma Horizon2020 e LIFE SEC ADAPT, coordinati da SVIM. Questi due progetti, con un valore economico totale di 4.710.788 di euro, sono stati intercettati grazie alla competente progettazione SVIM ed hanno generato le risorse finanziare necessarie all’accrescimento del know how all’interno della pubblica amministrazione anche e soprattutto attraverso la formazione del personale. Grazie al percorso triennale di assistenza tecnica di SVIM, con i progetti EMPOWERING e LIFE SEC ADAPT, si è garantito che 32 Comuni marchigiani potessero rinnovare e integrare il proprio PAES-Piano d’Azione per l’energia sostenibile e il clima, formando più di 300 fra tecnici e funzionari di livello locale e regionale, con capacità e competenze specifiche, 78 piani d’azione per l’energia sostenibile, l’aumento del 45% delle adesioni dei comuni marchigiani al Patto dei Sindaci, 6 strategie energetiche regionali di decarbonizzazione e 6 modelli di strumenti innovati di finanziamento, 3 piani d’azione per le energie sostenibili congiunti. Ad oggi sono ben 115 i Comuni che hanno aderito al Patto dei Sindaci cui se ne aggiungeranno a brevissimo altri 38. L’impegno per il futuro è coinvolgere tutti i Comuni delle Marche, raggiungendo l’unanimità delle adesioni al Patto dei Sindaci per il Clima e l’Energia, così da creare un master plan su scala regionale, che promuova un nuovo modello di sviluppo economico basato su basse emissioni di carbonio, per poterlo finanziare con un piano trentennale, direttamente dalla Banca Europea per gli Investimenti”.

Didascalia: Giovanni Addamo Responsabile ENEA, Gianluca Carrabs Amministratore Unico SVIM e Maurizio Mangialardi Presidente ANCI Marche

Pubblicato in Notizie

Ancona 28 novembre 2019 – Si terra mercoledì 4 dicembre alle ore 14.15 nello Spazio HDRÀ Palazzo Fiano Piazza San Lorenzo in Lucina 4 a Roma il convegno organizzato da Regione Marche e SVIM Agenzia di Sviluppo Regione Marche dal titolo: “Transizione energetica e adattamento climatico il Patto dei Sindaci delle Marche strumento di pianificazione e di governance per il cambiamento”. Il Focus tutto dedicato alle Marche si contestualizza all’interno del XII Forum "QualEnergia?" di Legambiente, Editoriale La Nuova Ecologia e Kyoto Club, in partenariato con Cobat che, quest’anno, propone il tema "Quale Green New Deal? Come rendere la transizione energetica un’opportunità per imprese e cittadini”. Il workshop dedicato alle Marche che si svolgerà nella seconda giornata di lavori sarà moderato da Marco Frittella Giornalista del TG1 e vedrà la partecipazione dell’On. Giancarlo Cancelleri Viceministro Infrastrutture e Trasporti, Gianluca Carrabs Amministratore Unico Svim Agenzia di Sviluppo Regione Marche, Manuela Bora Assessora Energia Regione Marche, Maurizio Mangialardi Presidente ANCI Marche, Pasqualino Piunti Sindaco di San Benedetto del Tronto, Giovanni Addamo Responsabile Sistemi Territoriali Area Regioni Centrali Enea, Sabrina Santelli Assessora all’Attività Produttive Comune di Pergola, Sergio Fabiani Presidente della Provincia di Ascoli Piceno, Filippo Gasperi Sindaco di Gradara, Paolo Calcinaro Sindaco di Fermo e Adriano Maroni AD Menowatt Ge, al termine del convegno saranno premiati i Comuni marchigiani che hanno contribuito attivamente alle politiche di transizione energetica e adattamento ai cambiamenti climatici.

“Dallo scioglimento dei ghiacci alle super nevicate passando per la tropicalizzazione del clima, gli allagamenti a Venezia, le frane che distruggono le infrastrutture - ha dichiarato Gianluca Carrabs AU di SVIM - sono queste, purtroppo ormai, le realtà che viviamo quotidianamente. Il Patto dei Sindaci per il Clima e l’Energia è un validissimo strumento messo a disposizione dell’Unione Europea per contrastare questo drammatico fenomeno dei cambiamenti climatici. SVIM, com’è noto, è il soggetto attuatore per la regione Marche di questa forma di governance che vede il coinvolgimento attivo dei Comuni marchigiani, d’altronde già più volte l’Agenzia di Sviluppo di Regione Marche è stata presa ad esempio come modello virtuoso. A Roma avremo occasione di implementare e sviluppare il nostro Know How e di premiare tutti i comuni che si sono distinti nell’applicazione dei loro Piani d’Azione per l’Energia Sostenibile e il Clima”.

Pubblicato in Notizie

Opinion Leader” nell’ambito della Campagna Nazionale Italia in Classe A

Oggi, mercoledì 9 ottobre 2019 a Roma, il Direttore del Dipartimento Unità Efficienza Energetica dell’ENEA Ilaria Bertini e l’Amministratore Unico di SVIM Marche Gianluca Carrabs hanno firmano l’accordo che li vedrà collaborare per tutto il 2020 sui temi dell’efficienza energetica e la sicurezza sismica.

Nel 2018 Italia in Classe A ha raccontato la Regione Marche nella quarta tappa, ad Ascoli Piceno, del Road Show dell’Efficienza Energetica. Tra i temi portanti dell’appuntamento gli strumenti, gli incentivi e i finanziamenti a disposizione della PA per migliorare il livello di efficienza delle proprie strutture, contribuendo così al raggiungimento degli obiettivi nazionali ed europei di efficienza energetica.

Tra i partner di quella giornata SVIM Marche, che oggi sottoscrive per Italia in Classe A l’accordo dedicato agli Opinion Leader, azione della terza annualità della Campagna Nazionale promossa dal Ministero dello Sviluppo Economico e attuata da ENEA in applicazione del D. Lgs. 102/2014 art. 13.

Un impegno rinnovato che vede l’Agenzia Nazionale per l’Efficienza Energetica dell’ENEA e la Società di Sviluppo Marche alleate per promuovere, sensibilizzare e rafforzare le tematiche legate all’efficienza energetica e alla sicurezza sismica.

“In accordo con il Mise, abbiamo scelto questa azione per consolidare i risultati raggiunti negli anni precedenti e per sperimentare nuovi strumenti di comunicazione in grado di conseguire il raggiungimento di una parte sempre più ampia della popolazione. Le informazioni veicolate sono tese a fornire strumenti utili per consentire a ciascuno di farsi parte attiva nel processo che accompagna e facilita la transizione energetica verso la sostenibilità economica, ambientale e sociale” dichiara Ilaria Bertini, Direttore del Dipartimento Unità Efficienza Energetica dell’ENEA.

L’Amministrato Unico di SVIM Agenzia di Sviluppo della Regione Marche – Sviluppo Marche dott. Gianluca Carrabs ha sottolineato “Questo accordo è uno strumento strategico che consente di implementare e rafforzare il modello di formazione e assistenza tecnica che forniamo ai Comuni essendo, come SVIM, soggetto attuatore per la Regione Marche del Patto dei Sindaci per il Clima e l’Energia. Oggi nella nostra regione 100 comuni marchigiani sono parte attiva di politiche volte al risparmio energetico, produzioni di energie rinnovabili e riduzione delle emissioni clima alteranti”.

Hanno partecipato alla mattinata il Capo Divisione Sistemi Integrati di Sviluppo Territoriale dell’ENEA Mauro Marani, il Responsabile dell’Area Centro della stessa Divisione Giovanni Addamo e per Italia in Classe A la Responsabile scientifica della Campagna Maura Liberatori.

Per approfondire:

Tra le finalità degli impegni 2019/2010 della Campagna Italia in Classe A, il consolidamento dei risultati raggiunti negli anni precedenti e la sperimentazione di strumenti di comunicazione che, nel rispetto della completezza, trasparenza, correttezza delle informazioni divulgate, affrontino in chiave innovativa il raggiungimento della più larga parte della popolazione, con messaggi che esaltino la consapevolezza del ruolo che ciascuno può interpretare, inducendo ad un protagonismo attivo e informato, che accompagni e faciliti la transizione energetica verso la sostenibilità economica ambientale e sociale.

Un ruolo importante è quello degli Opinion Leader, definiti e individuati sulla base di parametri certi e verificabili. Istituzioni, associazioni, imprese e soggetti -non attivi nella filiera energetica- autorevoli nel loro settore di attività. Autorevolezza misurata sulla base del numero di clienti, associati, utenti e sulla reputazione per l’attenzione ai temi della sicurezza, dell’ambiente della sostenibilità sociale. La scelta di questa linea di attività e l’invito agli Opinion Leader così individuati, è scaturita per rafforzare le azioni di promozione e informazione svolte da ENEA e ampliare la platea dei quattro segmenti di popolazione (under 24, over 65, popolazione attiva e popolazione vulnerabile in condizione di povertà energetica) destinatari dei messaggi. Siamo certi che i messaggi da loro veicolati saranno accolti con apertura e fiducia da chi dagli stessi ricevono servizi affidabili.

Pubblicato in Notizie

Sala gremita il 19 giugno alla Settimana Europea dell’Energia, il più grande evento nella capitale belga in questo settore, per la presentazione dei progetti EMPOWERING (www.empowering-project.eu) finanziato dal programma Horizon2020 e LIFE SEC ADAPT, coordinati da Sviluppo Marche srl.

Giusto il tempo di chiudere la conferenza di lunedì 18 giugno “Cambiamenti Climatici. Strategie di contrasto e adattamento nelle Marche e nell’Istria” ad Ancona, e Sviluppo Marche riparte per Brussels, per aprirne un’altra. Protagonista ancora una volta “l’esempio Marchigiano” di attuazione del Patto dei Sindaci per il Clima e l’Energia.

Grazie al percorso triennale di assistenza tecnica di Sviluppo Marche srl, con i progetti EMPOWERING & LIFE SEC ADAPT, si è garantito che 32 Comuni Marchigiani potessero rinnovare il proprio PAES-Piano d’Azione per l’energia sostenibile e/o definissero nuovi PAESC-Piani d’Azione per l’energia sostenibile ed il clima, con azioni concrete per la riduzione delle emissioni di gas a effetto serra, incentivando il consumo di energia da fonti rinnovabili e l’efficientamento energetico.

Non abbiamo scelta. Nell’Unione dell’energia, è necessario che ciascuno di noi compia dei progressi nella transizione energetica” -dichiara l’Assessora Manuela Bora. Perdi più aggiunge “La trasformazione, deve iniziare localmente.”

 

“Proprio, il movimento studentesco, ispirato a Greta Thunberg, grazie allo sciopero globale del 15 marzo - ha sottolineato Gianluca Carrabs Amministratore Unico di SvILUPPO Marche srl -, ha spinto migliaia di giovani a scioperare il venerdì, chiedendo ai propri governi azioni concrete contro il cambiamento climatico e rivendicando il diritto al futuro, insieme alla recente "onda verde" delle elezioni europee è stato un chiaro messaggio che i cittadini abbiano ambizioni elevate. Trasformare il Sistema energetico non riguarda quindi solo l’ambiente ma tutti i cittadini, che dovranno adottare percorsi sostenibili, migliorando così gli strumenti di politica partecipativa e di governance, in grado di affrontare le sfide energetiche al 2030, trasformandoli in strumenti efficaci per una visione partecipativa al 2050”.

Potrà l’efficienza energetica essere quindi il nuovo collante dell’Europa Unita? Perché no!

Ma è necessario che anche e soprattutto le autorità pubbliche locali diventino protagoniste nella definizione di piani e strategie multi-target e multi-settoriali, considerando la riduzione energetica e la lotta ai cambiamenti climatici a livello locale, parte di una politica complessiva di sviluppo integrato per un futuro sostenibile.

Questo processo tecnico-politico però richiede competenze multidisciplinari degli enti locali e regionali, nella definizione di strategie e piani energetici integrati, che EMPOWERING dal 2016 ha contributo a rafforzare in più di 300 rappresentanti, in 6 Regioni Europee (Croazia, Grecia, Italia, Romania Spagna e Ungheria).

Rafforzare le capacità dei decisori politici e funzionari comunali nella definizione di soluzioni innovative nella gestione della transizione energetica e l'applicazione di politiche comunitarie a livello locale, cosi come a coinvolgere gli stakeholder e la cittadinanza nella definizione e implementazione di soluzioni, rimane una strategica priorità.

Pubblicato in Notizie
Giovedì, 14 Febbraio 2019 13:09

4helix+: SCARICA I CONTRIBUTI DEL II INFODAY

Lo scorso 13 Febbraio presso  c/o Università Politecnica delle Marche, Polo Monte Dago, si è svolto il secondo infoday sul progetto 4Helix+ che ha visto la compartecipazione organizzativa dei dipartimenti di  Scienze della Vita e dell’Ambiente e di Ingegneria Civile, Edile e dell'Architettura.

Il progetto 4helix+ è finanziato dal Programma MED di cui Svim è capofila, insieme ad altri 9 partner europei, inerente la crescita “BLU” che prevede la contaminazione tra “Imprese culturali creative” e le piccole medie imprese nel settore dell’economia BLU di Italia, Grecia, Croazia, Spagna, Portogallo, Albania e Francia.

In particolare le iniziative promosse dal progetto si rivolgono ad imprese/startup del settore BLU e a fornitori di servizi appartenenti alle Imprese culturali creative che hanno la possibilità di essere destinatari di Voucher da 10.000 € a fondo perduto spendibili per realizzare progetti di innovazione creativa e crescita intersettoriale.

In platea presenti più di 30 partecipanti provenienti dal mondo delle imprese "Blu", esperti, nuovi agenti per l'innovazione come coworking space e incubatori e fornitori appartenenti al settore delle imprese culturali e creative.

L'incontro è stata la seconda occasione formativa e informativa del progetto 4helix+, o a livello locale, per confrontarsi sui temi delle opportunità progettuali in ambito dei settori Blu delineate dai diversi esperti dell'Università Politecnica delle Marche in particolare provenienti sia dal Dipartimento di Scienze della Vita e dell'Ambiente e di Ingegneria Civile, Edile e Architettura. Sono stati analizzati dati di mercato e trend di sviluppo riguardanti il settore della Pesca, dell'Acquacultura, del Turismo costiero sostenibile, della Blue Energy, della Cantieristica e presentato il cluster nazionale BIG "Blue Italian Growth".

Contestualmente è stato lanciato e analizzato il bando aperto alle imprese regionali della "Blue Economy" per concorrere ai n.6 voucher da 10.000 € ciascuno.

Rendiamo disponibili nello spazio dedicato al download dei documenti i materiali proiettati durante l’incontro.

 

Pubblicato in Notizie

Portare all’attenzione del Comitato delle Regioni l’esperienza marchigiana in materia di sostenibilità ambientale. È l’obiettivo della missione promossa dalla Regione, da Anci Marche e Svim, in programma, a Bruxelles, il 6 e i 7 febbraio, presentata oggi alla stampa. “Daremo vita a un confronto istituzionale e a uno scambio sulle buone pratiche che hanno al centro la transizione energetica, in grado di conciliare lo sviluppo delle attività economiche e la salvaguardia dell’ambiente”, ha anticipato l’assessora alle Politiche comunitarie, Manuela Bora. Ambasciatrice del Patto dei sindaci per il clima e l’energia, Bora ha promosso questo appuntamento che vedrà la partecipazione dei presidenti del Comitato, Karl Heinz Lambert e del Parlamento europeo, Antonio Tajani. La “due giorni” europea vivrà attorno a tre momenti in programma: l’incontro al Comitato delle Regioni, un workshop informativo e formativo, presso la sede della Regione a Bruxelles, che coinvolgerà circa trentacinque sindaci marchigiani e la sottoscrizione, da parte dei primi cittadini, dell’Alleanza per la politica di coesione (Choesion Alliance), già siglata dal presidente Luca Ceriscioli. “È la prima volta che tanti sindaci marchigiani si presenteranno assieme in Europa, segnale forte che testimonia come le Marche credano nell’Unione europea - ha commentato il presidente Anci Marche, Maurizio Mangialardi - Attraverso il Patto dei sindaci, che coinvolge oltre novanta amministrazioni comunali locali, siamo passati da un approccio teorico ai problemi ambientali, a uno pratico, con azioni misurabili, facili da copiare e replicare. Le Marche hanno le carte in regola per divenire, in Europa, un riferimento credibile della sostenibilità ambientale”. L’assessora Bora ha evidenziato “il ruolo fondamentale delle amministrazioni locali nel campo della salvaguardia e tutela ambientale, perché le azioni vanno coordinate per raggiungere gli obiettivi fissati dal Patto per il 2030, a cominciare dalla riduzione del 40 per cento dei gas serra. La Regione si candida al ruolo di regia per monitorare le attività svolte, ma, soprattutto, per accertare i fabbisogni e, quindi, orientare al meglio le risorse pubbliche disponibili”. Gianluca Carrabs, amministratore unico Svim, ha ribadito come le Marche siano protagoniste in Europa grazie alla Regione e all’Agenzia, soggetto attuatore del Patto dei sindaci: “La Svim è il ponte tra la comunità regionale e l’Europa, garantendo assistenza tecnica e opportunità con i fondi diretti dell’Unione che bisogna saper conquistare grazie a una capacità progettuale attenta e accurata”. La missione a Bruxelles si concluderà con la firma della Choesion Alliance, un manifesto che ha già raccolto diecimila adesioni per ribadire il ruolo centrale della politica di coesione nel futuro dell’Unione europea. Il manifesto, conclude Bora, “ricorda, con forza, che, per garantire una politica di investimento a lungo termine, occorre assicurare risorse adeguate al partenariato territoriale, consolidando il ruolo fondamentale svolto dagli enti locali e regionali”. (r.p.)

 

Le foto dell’evento sono disponibili a questo link: https://www.flickr.com/photos/cor-photos/32077192147/in/album-72157689468120303/

Pubblicato in Notizie

Il 12 Agosto alle 18:00 nella verde cornice di Festambiente,Sviluppo Marche srl partecipa alla tavola rotonda LA CITTA’ GREEN DEL FUTURO.

Come dovrà essere la città green del futuro? Una città in cui uomini ed animali possano vivere in pace e nel rispetto di Madre Terra, una città con energie rinnovabili, gestioni virtuose dei rifiuti, mobilità dolce e sostenibile. Una città a misura di bambino, di anziano ed anche di animale. Una città in cui ci sia tanto verde e l’aria non sia colma di smog? E quanto altro ancora? 

Grazie alla visione di una città con un approccio ecologico a 360 gradi, Lorenzo Lombardi, giornalista autore e conduttore Tv e firma de La Nuova Ecologia, condurrà la tavola rotonda intitolata appunto “La città Green del Futuro”. 

I maggior esperti italiani delle varie tematiche ecologiche si confronteranno in modo da unire tutti i pezzi di un puzzle rigorosamente verde. Insieme all’amministratore unico di Svim Gianluca Carrabs ed ai sindaci della Regione Marche, invitati a presentare la propria esperienzainfatti siederanno al tavolo:

Vanessa PalluchiVicePresidente di Legambiente 

Alessio Ciacci presidente di Acsel Val di Susa ed esperto internazionale della Strategia Rifiuti Zero

Anna Donati, portavoce di A.mo.do. (associazione mobilità dolce), già deputato e membro del consiglio di amministrazione di Ferrovie dello Stato

Gianluca Felicetti, presidente della LAV

Riccardo Megaleasslavori pubblici del comune di Grosseto

Sandro Scollato Ad di AzzeraCo2 

Punto di partenza per Sviluppo Marche srl è ilquadro per il clima e l’energia 2030condizione sine qua nonautorità pubbliche locali,protagoniste in Europanella definizione di azioni di politica comunale e di coinvolgimento della comunità, come parte di una politica complessiva di sviluppo integrato per un futuro sostenibile.

Sviluppo Marche srl introdurrà sull’iniziativa decennale del Patto dei Sindaci, cheriunisce più di 7000 enti locali in Europa, quasi 70 solo nella Regione Marche, impegnati su base volontaria, nell’implementazione di PAESC-Piani d’Azione per l’energia sostenibile ed il clima, e sull’esperienza transnazionale dei progetti Europei: 

EMPOWERING-Empowering local public authorities to buildintegratedsustainableenergystrategies-(www.empowering-project.eu), finanziato dal programma quadro europeo Horizon2020 per la ricerca e l'innovazione, e LIFE SEC ADAPT -Sustainableenergycommunitiespromotingclimateadaptationstrategies in mayoradaptinitiative- (www.lifesecadapt.eu)– finanziato dal programma per l’ambiente e l’azione per il clima (LIFE 2014-2020) – Adattamento ai cambiamenti climatici.

Entrambi i progetti, mirano a rafforzare le capacità dei decisori politici e funzionari comunali, attraverso specifiche attività di formazione, scambio di esperienze e buone pratiche a livello Europeo nei settori di energia integrata, mobilità sostenibile, pianificazione territoriale, adattamento e soluzioni finanziarie innovative)

Per maggiori informazioni sull’evento, visitare: 

https://www.festambiente.it/programma-completo-festambiente/

Pubblicato in Notizie
Pagina 1 di 3

Cerca Progetti