immagine bg interna

Risultati della ricerca per: Internazionalizzazione

Gli strumenti utili alle imprese che vogliono internazionalizzarsi

In una fase come quella attuale, caratterizzata dalle incertezze derivanti dalla pandemia di COVID-19, le imprese italiane devono necessariamente internazionalizzarsi per non soccombere e rilanciare la loro attività.

Chi decide di operare sui mercati esteri deve essere tuttavia cosciente sin dall’inizio delle sfide che si troverà a fronteggiare, stimolanti ma allo stesso tempo complesse. Il successo dipende molto dal livello di preparazione e di adattamento dell’azienda dal punto di vista della pianificazione finanziaria, organizzativa, strategica e non ultimo, dalla qualità del proprio capitale umano.

Esistono numerosi strumenti utili e gratuiti per rispondere ad alcuni primi semplici quesiti sulle potenzialità e la rischiosità di un Paese, sulla legislazione vigente rispetto al commercio internazionale e sulle strategie digitali più efficaci da adottare. Spesso queste informazioni sono divulgate in webinar o video-pillole, report dinamici o periodici, pubblicati da enti preposti alla promozione delle imprese italiane sui mercati esteri o più specificamente UE.

 

I servizi specialistici di Enterprise Europe Network Italia

Enterprise Europe Network Italia è una rete dotata di sportelli su tutto il territorio nazionale, costituita da 55 organizzazioni partner, appartenenti al sistema camerale ad associazioni imprenditoriali, agenzie di sviluppo, centri di ricerca, università, laboratori, parchi tecnologici e autorità locali. EEN Italia offre un’ampia gamma di servizi specialistici e gratuiti, tra cui a titolo non esaustivo:

  • Servizi informativi sulle tematiche UE e sulle opportunità del mercato unico europeo;
  • Servizi di consulenza per la presentazione e la gestione di progetti europei;
  • Servizi di assistenza su norme e legislazione UE e proprietà intellettuale;
  • Servizi di sostegno alle Piccole e Medie Imprese per lo sviluppo di nuovi prodotti o processi e per l’implementazione ed il miglioramento delle strategie di internazionalizzazione;
  • Servizi di supporto per la partecipazione ad eventi B2B e missioni e per l’individuazione di partner commerciali;
  • Servizio KAM (Key Account Management) dedicato alle PMI vincitrici del bando H2020 – SME Instrument, che prevede l’affiancamento di un COACH che le guiderà nello sviluppo del progetto SME Instrument al fine di incrementare le possibilità di successo dell’impresa.

Qui il sito web della Rete  EEN Marche di cui fanno parte Piceno Promozione, l’azienda speciale della CCIAA di Ascoli-Piceno e Compagnia delle Opere Pesaro Urbino.

Fonte: Sito di Enterprise Europe Network Italia.

 

Risk, Export ed Italy Map di Sace-Simest

Sace e Simest costituiscono il Polo dell’export e dell’Internazionalizzazione, nato al fine di promuovere la crescita delle imprese italiane in Italia e nel mondo attraverso la loro sinergia di competenze, servizi assicurativi e finanziari.

La Risk Map mostra il livello di rischio di credito in ciascun Paese, fornendo una valutazione sulle diverse tipologie di rischio a cui si espongono le imprese che operano all’estero, mediante un sistema di 6 rating, calcolati su una scala da 0 a 100 (100 sta per massima rischiosità). Clicca qui per consultare le Risk Map.

L’Export Opportunity Index di SACE è un indice calcolato attraverso la ponderazione di quattro variabili: valore dei beni esportati dall’Italia nel Paese, tasso di crescita medio dell’export italiano verso il Paese, concentrazione delle importazioni del Paese e quota dell’Italia sull’import del Paese. Clicca qui per consultare la Export Map.

L’Italy Map fornisce mediante indicatori e grafici di facile lettura un quadro sulle esportazioni delle regioni e province italiane con i dettagli sui settori di punta e i Paesi di destinazione. Clicca qui per consultare l’Italy Map.

Fonte: Sito di Sace-Simest.

 

La piattaforma di DigIT Export per l’internazionalizzazione digitale

DigIT Export è un progetto attuato da Camera di commercio di  Milano, Monza, Brianza, Lodi e Promos Italia, la struttura nazionale del sistema camerale a supporto dell’internazionalizzazione, che vuole fornire alle imprese strumenti innovativi per accrescere la competitività sui mercati internazionali sfruttando le potenzialità della digitalizzazione. Sul relativo sito web viene fornita una mappatura dei marketplace b2b e b2c di tutto il mondo, classificati per canale, settore e Paese, una serie di articoli, di webinar formativi e di video-pillole sull’export digitale.

  • Qui la mappatura dei marketplace dei Paesi esteri
  • Qui gli articoli specialistici di DigIT Export
  • Qui i Webinar di DigIT Export e qui le video-pillole

Fonte: Sito di DigIT Export.

Pubblicato in Notizie

Bandi e iniziative nazionali ed europee a supporto dell’Internazionalizzazione

Ad un anno di distanza dalla firma del Patto per l’Export, nell’ambito del quale le istituzioni italiane si sono prefisse un potenziamento delle risorse pubbliche da destinare a finanziamenti a fondo perduto, tassi agevolati, sistemi di garanzia ma soprattutto, un più efficiente utilizzo degli stessi da parte del sistema imprenditoriale, a livello nazionale sono state messe in campo importanti misure, stimolando nuove progettualità in direzione dell’estero.

 

STILL OPEN: Voucher Internazionalizzazione Invitalia-MAECI

Il 9 marzo 2021 il Ministero degli Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI) ha dato il via alle richieste per un Voucher di 20.000 o 30.000 euro per le Micro e Piccole Imprese manifatturiere italiane che vogliono espandersi o consolidarsi sui mercati esteri.

In particolare, il voucher finanzia le spese sostenute dall’azienda beneficiaria per usufruire di un Temporary Export Manager (TEM) con competenze digitali ed iscritto nell’apposito elenco MAECI, nell’ambito di un contratto di consulenza manageriale della durata di 12 mesi per le MPI e di 24 mesi per le reti di imprese.

La consulenza del TEM dovrà essere focalizzata sui processi di internazionalizzazione attraverso:

  • Analisi e ricerche sui mercati esteri
  • Individuazione e acquisizione di nuovi clienti
  • Assistenza nella contrattualistica per l’internazionalizzazione
  • Incremento della presenza nelle piattaforme di e-commerce
  • Integrazione dei canali di marketing online
  • Gestione evoluta dei flussi logistici

È ancora possibile richiedere il Voucher Internazionalizzazione fino all’esaurimento delle risorse stanziate, pari a 50 milioni di euro.

Fonte: Sito di Invitalia.

 

SEMPRE DISPONIBILE: Fiere Smart 365

Fiere Smart 365 è la piattaforma per la gestione delle fiere digitali di cui ICE-Agenzia dispone dei diritti di utilizzo. Diversi i servizi offerti e nello specifico:

1) Una Fiera virtuale a cui si può presenziare da remoto attraverso un’esperienza che replica il look and feel dell'evento, implementando cataloghi digitali, video degli stand e chat interattive oltre ad una piattaforma di commercio B2B attiva durante i giorni di svolgimento dell’evento.

2) Fiera 365 che è una sorta di social network che consente di continuare la relazione commerciale avviata con i buyer e dà la possibilità di effettuare acquisti tra espositori e visitatori certificati, anche a fiera conclusa, 365 giorni all'anno.

3) Fiera Smart aggiunge alla piattaforma funzionalità di data analytics e intelligenza artificiale, che consentono di ottimizzare il matching tra gli operatori.

Fonte: “Fiera Smart 365 e B2B Virtuali” dal sito di ICE Agenzia.

 

TEMPORANEAMENTE SOSPESO: Fondo 394/81 di SIMEST

Dopo un solo giorno dall’apertura e a seguito del massiccio afflusso di domande rispetto alle risorse finanziarie previste, è stata temporaneamente sospesa la possibilità di prenotazione per la richiesta dei finanziamenti agevolati per l’internazionalizzazione SIMEST.

Tuttavia agli utenti con prenotazione valida, sempre nella misura consentita dalle risorse disponibili, sarà nuovamente garantita la possibilità di accedere al Portale per finalizzare la propria domanda di finanziamento.

I finanziamenti, che prevedono fino al 25% a fondo perduto e la quota restante ad un tasso agevolato, coprono le spese consulenziali relative ad azioni quali:

  • Patrimonializzazione
  • Partecipare a Fiere Internazionali, Mostre e Missioni di Sistema
  • Inserimento Mercati Esteri
  • Temporary Export Manager
  • E-Commerce
  • Studi di Fattibilità
  • Programmi di Assistenza Tecnica

Fonte: Sito di Simest sul quale saranno disponibili tutti gli aggiornamenti in merito.

 

Fondi europei per il settore tessile marchigiano che guarda alla sostenibilità e all’innovazione: S4Fashion di COSME

S4Fashion è un programma finanziato da COSME nell’ambito della più ampia iniziativa S4Fashion-Sustainability for Fashion, con lo scopo di selezionare e finanziare al 100%, per un massimo di 15.000 euro,  le spese sostenute da 25 partnership transnazionali che mirano a creare un nuovo prodotto o un servizio innovativo favorendo l’implementazione e l'adozione di modelli, pratiche di sostenibilità e circolarità nei settori della moda.

I partenariati prescelti beneficeranno anche di ulteriori servizi di supporto alle imprese come seminari di formazione, tutoraggio, eventi di networking e forum di investimento per far sì che i progetti innovativi si trasformino in un prodotto, un servizio commerciabile o un modello di business “disruptive”.

>> Le candidature possono essere presentate dal 19 maggio 2021 al 29 ottobre 2021 ore 17:00.

Fonte: Sito di S4Fashion.

Pubblicato in Notizie

Bandi e iniziative della Regione Marche a supporto dell’Internazionalizzazione

La pandemia di COVID-19 ha ostacolato la realizzazione di attività in numerosi settori, ma si è abbattuta particolarmente sulle quelle che prevedevano l’assembramento e l’incontro tra le persone, tra cui, giocoforza, il comparto legato alle fiere e agli eventi. La diminuzione dei casi e l’aumento delle somministrazioni dei vaccini, fanno tuttavia ben sperare ad un ritorno alla normalità e ad un recupero delle fiere sia in Italia che all’estero, vuoi in presenza vuoi in modalità virtuale. Qui di seguito alcune interessanti opportunità per le imprese dei principali Cluster della Regione Marche.

 

Bando fiere - 1’ semestre

La Camera di Commercio delle Marche ha deciso di sostenere le imprese della Regione che partecipano a manifestazioni fieristiche nazionali ed internazionali nel primo semestre 2021 sia in presenza che in modalità virtuale, stanziando fino a € 800.000.

Sono ammesse ai contributi ai sensi del bando le MPMI delle Marche con sede legale e/o unità locale nel territorio della Regione, che risultano iscritte al Registro delle Imprese e che non abbiano in corso contratti di fornitura di beni-servizi, anche a titolo gratuito, con la CCIAA delle Marche.

Il contributo a fondo perduto, corrispondente al 50% del valore delle spese ammissibili, varia a seconda della tipologia di fiera ed ammonta, in particolare:

  • Per le Fiere in Italia ad un massimo di 1.500 Euro
  • Per le Fiere all’estero (in paesi UE) ad un massimo di 2.500 Euro
  • Per le Fiere all’estero (in paesi EXTRA UE) ad un massimo di 3.500 Euro
  • Per le Fiere nelle Marche ad un massimo di 400 Euro
  • Per le Fiere DIGITALI ad un massimo di 1.500 Euro

La domanda di contributo potrà essere presentata dalle ore 10.00 del 09.07.2021 alle ore 16.00 del 27.07.2021.

Fonte: Sito di CCIAA Marche.

 

Opportunità su Smart 365 per le imprese marchigiane

La Regione Marche in collaborazione con ICE-Agenzia, organizza una serie di iniziative virtuali su l'innovativa piattaforma Smart 365, a favore delle imprese produttrici dei settori chiave dell’economia regionale.

Qui di seguito alcuni degli appuntamenti, la cui partecipazione è gratuita, previa iscrizione.

SETTORE

PAESI TARGET

DATA

Mobili, arredo, contract

USA, Canada, Russia, Cina, India, Vietnam, EAU, Qatar, Arabia Saudita

28-29 giugno 2021

 Agroalimentare

 Vitivinicolo

Germania, Regno Unito, Svezia, Finlandia, Norvegia, Danimarca, USA, Canada, Brasile, EAU, Russia, Ucraina, Giappone, Cina, India, Vietnam, Corea del Sud

8-9 luglio 2021

Fonte: Sito della Regione Marche.

 

Stand collettivi multisettoriali della Regione Marche a CIIE – China International Import Expo

In collaborazione con la Camera di Commercio Italo Cinese e con il supporto di Fondazione Italia Cina e AICE, la Regione Marche  prevede di partecipare alla prossima edizione di “CIIE – China International Import Expo” in diverse aree espositive, per i settori moda/benessere, agrifood, meccanica e mobile/arredo.

La CIIE, programmata a Shanghai dal 5 al 10 novembre 2021, è focalizzata esclusivamente sull’importazione di prodotti e servizi con l’esclusiva presenza di espositori stranieri. Le prime tre edizioni hanno visto partecipare 400.000 visitatori professionali da 150 paesi espositori.

Ciascuna impresa selezionata a far parte della delegazione regionale, avrà a disposizione:

  • N. 1 pass di ingresso
  • Uno spazio di 6 mq (2x3) preallestito
  • L’inserimento nel catalogo espositori

Le imprese marchigiane interessate allo sviluppo di contatti e ad opportunità di collaborazione commerciale e produttiva con gli operatori cinesi presenti a CIIE possono inviare non oltre il 21 giugno la loro manifestazione d’interesse.

Fonte: Sito della Regione Marche.

Pubblicato in Notizie

Avviso pubblico di invito a manifestare interesse 

Servizio di cui all’art. 36 lett. a) - D.Lgs. n. 50/2016 – Servizi alle imprese per strategie di posizionamento sui mercati esteri- CIG ZD12F20F0E

La SVIM Sviluppo Marche S.r.l. Società Unipersonale – Via Raffaello Sanzio n. 85 – Ancona – Italia, Telefono +39.071.8064513 –www.SVIM.eu, intende acquisire manifestazioni di interesse per individuare i soggetti, in possesso dei requisiti richiesti, da invitare alla procedura negoziata di cui all’art. 36 lettera a) del D. Lgs. n. 50/2016 s.m.i., ai fini dell’affidamento del servizio di supporto tecnico per la realizzazione di Azioni di sensibilizzazione ed orientamento dei beneficiari (imprese) sulle opportunità offerte dai mercati esteri ai tempi del Covid-19, attraverso l’impostazione di una specifica strategia di posizionamento sui mercati esteri con un mix di strumenti digitali e commerciali integrati (contenuti informativi, webinar, percorsi di valorizzazione, analisi).

1. Premessa 

Con Decreto n. 84 del 04/08/2020 e successiva Convenzione siglata tra Regione Marche e SVIM in data 08.09.2020 Reg Int. 749/2020 è stato affidato a SVIM il Servizio di assistenza tecnica e supporto specialistico per un periodo di 24 mesi nell’ambito del Programma FESR 2014-2020 Marche.

Nell’ambito di tale Programma, ai sensi del Regolamento (UE) n. 1303/2013, l’Autorità di Gestione per un’efficace attuazione può avvalersi dell’assistenza tecnica sia per le attività legate al ruolo di coordinamento svolto dalla P.F. Programmazione nazionale e comunitaria, nella sua funzione di Autorità di Gestione, sia per il rafforzamento degli adempimenti tecnico-specialistici connessi alla gestione degli interventi.

In particolare SVIM ha già svolto nel periodo 2016-2020 un supporto specialistico esterno per quanto riguarda alcune specifiche attività, quali la rendicontazione e il monitoraggio procedurale/finanziario, la gestione delle procedure di verifica dello stato di attuazione degli interventi, le procedure di certificazione degli interventi, l'implementazione delle procedure di controllo. Le attività si sono concentrate soprattutto nel dare supporto agli uffici regionali, anche attraverso un rapporto diretto con i beneficiari dei progetti finanziati.

Con DDS n.84 e nella Convenzione dell’8 Settembre 2020, la Regione ha richiesto anche lo svolgimento di Azioni di sensibilizzazione ed orientamento dei beneficiari (imprese) sulle opportunità offerte dai mercati esteri ai tempi del Covid-19, attraverso l’impostazione di una specifica strategia di posizionamento sui mercati esteri con un mix di strumenti digitali e commerciali integrati (contenuti informativi, webinar, percorsi di valorizzazione, analisi).

2. Descrizione del servizio 

Il servizio di supporto a SVIM nella realizzazione delle attività sopra descritte consiste in particolare nel reclutamento di un operatore economico in grado di fornire i seguenti servizi:

1. Sensibilizzare le imprese sulla necessità di creare uno sbocco per i propri prodotti/servizi, aggiuntivo a quello domestico, sulle opportunità offerte dai mercati esteri e su come svilupparle in tempi Covid-19; 

2. Orientare le imprese alla scelta del mercato estero più promettente e stimolo all’autovalutazione del proprio livello di competitività rispetto al mercato target; 

3. Predisporre un piano marketing, definendo obiettivi SMART (specific, measurable, achievable, realistic and time-based) e impostando un’adeguata strategia di posizionamento sui mercati esteri, che includa un mix di strumenti digitali e commerciali perfettamente integrati; 

4. Suggerire alle imprese attività promozionali alternative alle manifestazioni fieristiche e alle missioni B2B, le quali, a causa delle recenti restrizioni adottate a livello governativo per a limitare i contatti sociali, non costituiscono, ora come nei prossimi mesi, una modalità di business praticabile. 

5. Sensibilizzare le imprese sull’importanza di investire in attività di digital marketing anche curando la realizzazione dei contenuti e l’aspetto grafico di tutto il materiale di comunicazione multimediale; 

6. Realizzare delle Linee guida per la scelta di un canale di vendita online adeguato tra e-commerce proprietario, market place e, tra i diversi market-place, di quello più congruo per il proprio prodotto in un dato paese; 

7. Segnalare fonti di finanziamento per l’internazionalizzazione a supporto del piano di sviluppo estero delle imprese; 

8. Incentivazione alla commercializzazione dei prodotti delle aziende della zona cratere (in particolare agroalimentari), anche attraverso la creazione di brand specifici e di attività promozionali volte alla valorizzazione, anche all’estero, del territorio come “sistema”. 

L’operatore economico dovrà inoltre elaborare e consegnare a SVIM una breve relazione al termine dell’incarico, descrivendo le singole fasi del lavoro svolto, secondo il format fornito da SVIM.

Infine è tenuto a partecipare ove richiesto da SVIM agli incontri presso SVIM e presso Regione Marche.

Le attività sopra descritte sono da intendersi come contenuti minimi indispensabili del servizio richiesto.

SVIM si impegna a mettere a disposizione dell’operatore economico/soggetto incaricato tutto il materiale in suo possesso relativo al servizio di volta in volta richiesto.

Lingue di lavoro: italiano 

Durata presunta dell’incarico: dalla stipula del contratto fino al 30/04/2021 salvo eventuali proroghe concesse dal Committente. 

Importo stimato: L’importo complessivo non supererà € 20.000,00 (+ IVA se e in quanto dovuta). 

Luogo di esecuzione: Italia, Marche 

Non sono previsti rischi da interferenza e pertanto l’ammontare per gli oneri della sicurezza è pari a 0 (zero) Euro.

3. Requisiti di partecipazione - Soggetti ammessi

Possono presentare manifestazione di interesse a partecipare alla procedura:

  1. a) Gli operatori economici di cui all'art. 45 D.Lgs. 50/2016 e s.m.i. In base a quanto stabilito all’art. 49 del D. Lgs. n. 50/2016 e s.m.i., la partecipazione alla procedura in oggetto è altresì consentita, alle medesime condizioni richieste ai soggetti con sede in Italia, agli operatori economici stabiliti negli altri Stati aderenti all'Unione Europea. In tal caso l’operatore economico che intende partecipare alla procedura in oggetto dovrà produrre documentazione conforme alle normative vigenti nei rispettivi Paesi idonea a dimostrare il possesso di tutti i requisiti prescritti per la qualificazione e la partecipazione degli operatori economici italiani alla procedura in oggetto. 
  2. b) Gli Organismi di Ricerca e di diffusione della conoscenza (OR) pubblici e/o privati (le Università, i Centri di Trasferimento Tecnologico, gli Istituti di Ricerca o altri Organismi di Ricerca). 

I predetti soggetti devono possedere i requisiti sotto indicati:

Requisiti di ordine generale:

        • non versare in alcuna delle condizioni di esclusione stabilite dall’art. 80 del D.Lgs. n. 50/2016 e s.m.i. 

Requisiti di Capacità Tecnico - Professionale 

Per le imprese e gli OR privati: 

        • iscrizione presso la Camera di Commercio, Industria, Artigianato ed Agricoltura o per i soggetti appartenenti ad altri Stati dell’U.E. nel registro professionale o commerciale di cui all’art. 83 comma 3 del D.Lgs n. 50/2016 e s.m.i., per lo svolgimento di attività inerenti con l’oggetto del servizio in parola. Per tutti i soggetti non tenuti all’obbligo di iscrizione in CCIAA: dichiarazione del legale rappresentante resa in forma di autocertificazione ai sensi del DPR n. 445/2000, con la quale si dichiara l’insussistenza del suddetto obbligo di iscrizione alla CCIAA e copia dell’Atto Costitutivo e dello Statuto, da cui risulti l’operatività del soggetto nelle attività di cui al servizio in parola;
        • comprovata esperienza specifica sviluppata, nel corso degli ultimi tre anni corrispondente o analoga a quella oggetto della presente indagine;
        • di poter impiegare in caso di aggiudicazione del servizio personale con adeguata capacità tecnico e professionale, in particolare almeno n. 2 esperti senior in materia di internazionalizzazione e marketing a supporto delle imprese e in particolare che abbia familiarità con la progettazione e realizzazione di interventi diretti alle imprese e servizi corrispondenti o analoghi a quelli oggetto della presente indagine e con la gestione di seminari di approfondimento sulla tematica e facilitazione dell’emersione di idee e progetti (è necessario indicare nella manifestazione di interesse il nominativo degli esperti referenti che svolgeranno l’incarico in oggetto). 

Per gli OR pubblici e privati:

        • essere un OR secondo la definizione comunitaria (Reg UE 651/2014 n.83). Tale requisito sarà verificato dallo Statuto o Atto costitutivo dello stesso OR.
        • essere in regola con la normativa relativa al pagamento dei contributi previdenziali e assistenziali a favore dei lavoratori;
        • possedere comprovata esperienza specifica sviluppata, nel corso degli ultimi tre anni corrispondente o analoga a quella oggetto della presente indagine. 
        • poter impiegare in caso di aggiudicazione del servizio personale con adeguata capacità tecnico e professionale, in particolare almeno n. n. 2 esperti senior in materia di internazionalizzazione e marketing a supporto delle imprese e in particolare che abbia familiarità con la progettazione e realizzazione di interventi diretti alle imprese e servizi corrispondenti o analoghi a quelli oggetto della presente indagine e con la gestione di seminari di approfondimento sulla tematica e facilitazione dell’emersione di idee e progetti (è necessario indicare nella manifestazione di interesse il nominativo degli esperti referenti che svolgeranno l’incarico in oggetto). 

Si precisa che per quanto riguarda le partecipazioni di OR che presentino strutture organizzative complesse (come ad esempio le Università articolate in Dipartimenti o il CNR, articolato in Istituti), essa dovrà avvenire a livello dell’Ente nel complesso, fermo restando la necessità di identificare comunque l’Unità Organizzativa di riferimento coinvolta nel progetto. Ai fini della presente indagine, la domanda dovrà essere firmata dal Legale rappresentante dell’Ateneo/OR.

I requisiti di cui sopra sono da considerarsi obbligatori per la partecipazione all’indagine, la mancanza di uno di essi sarà causa di esclusione. I predetti requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine utile per la presentazione della domanda di partecipazione all’indagine.

4. Documentazione da presentare e requisiti di partecipazione 

I soggetti interessati possono presentare la loro candidatura compilando:

        • l’allegata istanza (Allegato A.1), che dovrà essere sottoscritta con firma non autenticata e leggibile dal legale rappresentante e corredata da copia fotostatica, ancorché non autenticata e leggibile, di un documento di identità o di riconoscimento (fronte/retro) in corso di validità del firmatario stesso.
        • l’offerta economica (Allegato A.2), che costituisce proposta contrattuale irrevocabile. L’offerta economica dovrà essere debitamente sottoscritta dal legale rappresentante coincidente con il medesimo sottoscrittore dell’Allegato A1. Non sono ammesse offerte in aumento rispetto all’importo complessivo dell’appalto stimato in € 20.000,00 + IVA se e in quanto dovuta, fermo restando che l’eventuale proroga sarà non tacita, a totale discrezione della SVIM e alle medesime condizioni economiche e contrattuali di cui al primo affidamento;
        • una relazione tecnica (Allegato A. 3) di massimo 4 cartelle (ognuna di 1.800 battute, suddivise in 30 righe da 60 battute ognuna, dove per battute s'intendono TUTTI i caratteri spazi inclusi) – su carta intestata del proponente debitamente sottoscritto dal legale rappresentante coincidente con il medesimo sottoscrittore degli Allegati A1 e A2 contenente informazioni circa i) la struttura dell’operatore economico e la sua organizzazione, ii) le metodologie e le soluzioni tecniche-organizzative proposte per l’espletamento del servizio descritto al punto 2 e iii) la comprovata esperienza specifica sviluppata, nel corso degli ultimi tre anni corrispondente o analoga a quella oggetto della presente indagine.

5. Modalità di presentazione delle candidature

La manifestazione di interesse unitamente alla documentazione sopra richiamata dovrà pervenire, entro e non oltre il 20.11.2020 alle ore 13.00, solo ed esclusivamente a mezzo posta certificata all’indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Nell’oggetto dovrà essere riportata la dicitura: “Progetto AT FESR_Offerta Servizio Internazionalizzazione” ”

Il termine per il ricevimento delle candidature è inderogabile a pena di esclusione. Non saranno in alcun caso prese in considerazione le manifestazioni di interesse pervenute oltre il suddetto termine perentorio, anche indipendentemente dalla volontà del mittente.

L’invio della documentazione contenente la manifestazione di interesse è a totale ed esclusivo rischio del mittente, restando esclusa qualsivoglia responsabilità della SVIM ove per disguidi informatici o di altra natura, ovvero, per qualsiasi motivo la manifestazione di interesse non pervenga entro il previsto termine perentorio sopra indicato.

6. Procedura di aggiudicazione del servizio

Sono escluse le manifestazioni di interesse:

1. pervenute dopo la scadenza, per la tempestività delle stesse farà fede la data e l’orario indicati dal protocollo della Società di ricezione delle manifestazioni di interesse;

2. incomplete nei dati di individuazione del soggetto oppure carenti dei requisiti richiesti;

3.presentate da soggetti la cui posizione o funzione sia incompatibile, in forza di legge o di regolamento, oppure la cui ammissibilità sia esclusa dalle condizioni previste dal presente avviso;

4. presentate da soggetti per i quali ricorra una delle cause di esclusione di cui all'art.80 del D. Lgs. 50/2016 e s.m.i., accertata in qualsiasi momento e con ogni mezzo;

5. presentata da soggetti per i quali ricorra una qualunque altra clausola di esclusione dalla partecipazione alle gare per l'affidamento di forniture/servizi pubblici o dalla contrattazione con la pubblica amministrazione, ai sensi della normativa vigente in materia di appalti pubblici, accertata in qualsiasi momento e con ogni mezzo.

L’eventuale aggiudicazione del servizio sarà effettuata con affidamento diretto ai sensi dall’art.36 lettera a) del D.Lgs. n. 50/2016. L’operatore sarà individuato ad insindacabile giudizio della SVIM – Sviluppo Marche S.r.l. tenendo conto dei seguenti criteri (in ordine di priorità):

- esperienza, struttura operativa e organizzazione (40%);

- metodologie e soluzioni tecniche-organizzative proposte per l’espletamento del servizio (30%);

- curriculum vitae degli esperti che verranno coinvolti nelle attività (20%);

- prezzo offerto (10 %).

Si precisa che saranno escluse dall’indagine le candidature prive della documentazione richiesta.

La SVIM, nel rispetto del principio della parità di trattamento, potrà chiedere ai concorrenti di produrre documenti supplementari, di fornire chiarimenti, anche attraverso eventuali colloqui, riguardo ai documenti presentati. 

L'esito del presente procedimento sarà comunicato a PEC ai soggetti che avranno inviato un'offerta valida.

6. Pagamenti e modalità di fatturazione

La fatturazione del servizio avverrà con trimestrale posticipata. Unitamente alla fattura dovrà essere allegato il riepilogo sintetico del servizio reso. Il pagamento del corrispettivo verrà effettuato entro 60 giorni dalla presentazione della relativa fattura. La SVIM si riserva di non procedere al pagamento qualora dovessero emergere irregolarità contributive. Il pagamento di ogni singola fattura avrà luogo mediante ordine di bonifico, sul conto corrente segnalato e dedicato, che dovrà rispettare le disposizioni di cui all’art. 3 della Legge 136/2010. 

7. Tutela della privacy e dati sensibili 

I dati dei quali SVIM entra in possesso a seguito del presente avviso saranno trattati nel rispetto del codice in materia di protezione dei dati personali di cui al D.Lgs. n. 196/2003 e s.m.i. e del Regolamento Europeo n. 679/2016 sulla Data Protection (GDPR).

8. Altre informazioni

Il presente avviso non è vincolante per la SVIM. 

Sarà facoltà di SVIM, a proprio insindacabile giudizio, annullare o revocare il presente avviso, ovvero non dar corso ad alcun affidamento.

Le dichiarazioni di interesse che perverranno non comporteranno alcun obbligo o impegno per la SVIM, pertanto gli operatori economici nulla potranno pretendere in termini di risarcimenti, rimborsi, indennizzi o mancati guadagni di ogni genere e a qualsiasi titolo relativamente alle manifestazioni di interesse che dovessero far pervenire.

Il presente avviso è pubblicato comprensivo degli allegati sul sito Internet della SVIM, all’indirizzo www.svim.eu, sezione “Bandi e Avvisi”;

Per informazioni scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.   

Si dà atto che non sono attive convenzioni CONSIP di cui all’art. 26, comma 1 della Legge n. 488/1999, né sono rinvenibili nel mercato elettronico della pubblica amministrazione di cui dall’articolo 328, comma 1, del regolamento di cui al D.P.R. 5 ottobre 2010 n. 207, servizi analoghi o comparabili con quelli oggetto della presente procedura.

Svim Marche e Delta Center firmano un’intesa per avviare un desk di servizi nell’area Nord Africana

 

Uno sportello per le imprese marchigiane interessate a operare in Africa e, in particolare, nei Paesi Nordafricani. Sarà aperto a Tunisi, grazie a un accordo tra Svim Marche e Delta Center: società che gestisce un centro d’affari tunisino-italiano, a un minuto dall’aeroporto Tunisi Cartagine, in una delle più grandi zone industriali della capitale tunisina (Charguia II). Dispone di uno spazio di 2500 mq che ospita 54 uffici, 4 sale riunioni e 3 sale conferenze con un parcheggio privato di circa 100 posti auto. L’intesa è stata firmata oggi, a Palazzo Raffaello, dall’amministratore unico Svim, Gianluca Carrabs e dal presidente della Delta Center, Sandro Fratini che sarà anche il coordinatore del Desk. I due enti si scambieranno gratuitamente servivi per promuovere attività a favore delle imprese marchigiane che vogliono cogliere le opportunità economiche offerte dai Paesi Nordafricani. “Le Marche ritornano in Tunisia, dopo la primavera araba e riprendono l’attività sospesa – ha detto Carrabs – La collaborazione con Delta Center sarà strategica per lo sviluppo delle attività marchigiane in Africa. Garantirà agli imprenditori un punto di riferimento per operare. Era questa una richiesta dal basso che Regione e Svim hanno voluto cogliere. Le Marche sono una regione vocata all’export e aprire nuovi mercati risulta fondamentale per l’economia regionale. Dopo la Cina, ripartiamo in Tunisia, con lo sguardo sempre attento alle nuove opportunità che si apriranno a seguito della primavera araba”. A distanza di sei anni, ha rimarcato Fratini, “riavviamo questa collaborazione con la Regione Marche che ha dato buoni frutti. Il 2016 si è chiuso (dati Istat) con mezzo miliardo di euro di esportazioni marchigiane verso il Nord Africa. Le opportunità sono innumerevoli. Ci stiamo concentrando sulla vicina Libia, con contratti sottoscritti per centinaia di milioni di euro, soprattutto nel settore delle costruzioni. La Tunisia soffre ancora sul settore turistico, ma in quello industriale non sta avendo problemi e buone prospettive si aprono per il tessile abbigliamento, a seguito del riposizionamento di molte aziende che prima operavano in Romania, dove c’è un problema di manodopera, e in Turchia, per la situazione politica attuale”. Riccardo Strano (dirigente Internazionalizzazione della Regione Marche), ha sottolineato come l’Africa non sia “un mercato di esportazione primario, ma i relativi Paesi stanno crescendo, in maniera esponenziale, all’interno delle gerarchie economiche e come potere di acquisto delle classe media. Le Marche hanno un’opportunità eccezionale, senza costi grazie all’intesa firmata, per cogliere le nuove opportunità che si tanno aprendo nel Continente Africano”. Leonardo Iacovelli, partener di Delta Center, ha parlato di un “modello virtuoso, in quanto pubblico e privato collaborano gratuitamente per rafforzare la presenza delle Marche in Africa. Una notizia di rilievo per le altre realtà regionali: poco distante da noi c’è una grande voglia di futuro, mentre l’Italia sembra appagata e non capace di cogliere le nuove opportunità”. L’accordo ha una durata triennale. Oltre alla sede, la società garantisce il personale, i sevizi e le attività di internazionalizzazione delle piccole e medie imprese marchigiane e la promozione del territorio regionale. Svim mette a disposizione, gratuitamente, la propria sede di Ancona come struttura di prima accoglienza per gli imprenditori e gli operatori aziendali. Lo sportello di Tunisi raccoglierà e trasmetterà informazioni relative a opportunità, eventi, bandi, novità legislative, fiscali doganali. Svilupperà, inoltre, contatti istituzionali e promozionali delle attività di Svim nel contesto Nordafricano, oltre a garantire, in loco, servizi di prima accoglienza agli imprenditori e alla aziende interessate.

 
Pubblicato in Notizie

Carrabs: “Società virtuosa, agile e snella”

 

La Svim, la società di sviluppo della Regione Marche, chiude il bilancio 2016 con un attivo di 38.016,00 euro. A fronte di un milione di euro gestiti, ha sviluppato attività economiche, per la comunità marchigiana, di oltre 20 milioni di euro: il 15 per cento dell’importo ha finanziato direttamente i Comuni marchigiani partner di Svim. Lo comunica l’amministratore unico, Gianluca Carrabs, che sottolinea come la Svim sia “una società virtuosa, agile e snella, con in organico solo tre dipendenti a tempo indeterminato e 15 collaboratori esterni., in possesso di elevate professionalità, incaricati esclusivamente all'attuazione dei singoli interventi progettuali”. Il primo obiettivo della nuova dirigenza, continua Carrabs, “è stato quello di adeguare la struttura al riordino intervenuto a seguito della normativa regionale,  che consentirà l'implementazione di un efficace e uniforme sistema di gestione e controllo, contribuendo, al contempo, al perseguimento dell’obiettivo di contenimento della spesa pubblica”. Il lavoro di Svim, prosegue, “si attua attraverso le proprie capacità di intercettare fondi comunitari diretti su tematiche quali innovazione,  internazionalizzazione, politiche di cooperazione territoriale, sviluppo sostenibile, politiche sociali. Fondi che ricadono sul territorio marchigiano solo grazie alla competenza di Svim”. Oltre a queste attività, Svim fornisce assistenza tecnica alla Regione Marche nella programmazione, gestione e valutazione dei fondi strutturali, come Fesr e Feamp 2014 – 2020. “Questo ruolo potrebbe essere sempre più strategico e operativo. Le Marche, come del resto tutta l’Italia,  stanno attraversando, da otto anni, una crisi strutturale che investe il modello economico tradizionale che coinvolge sempre di più il sistema produttivo, occupazionale e ambientale. Accanto alla crisi economica si è abbattuto, su questi territori, il dramma del sisma, il quale ha mutato inevitabilmente tutte le priorità.  La soluzione per agire efficacemente è concentrare il nuovo modello di sviluppo sulla valorizzazione dei grandi giacimenti naturali che possediamo, come ambiente e paesaggio, agricoltura e beni culturali, artigianato e industria innovativa e  di qualità . Questo nuovo modello di sviluppo, viene supportato e sviluppato dalla Regione Marche, attraverso la revisione di metà mandato dei fondi strutturali( (Fse, Fesr, Feasr, Feamp ), rimodulandoli  secondo le nuove priorità, da aggiungere alle risorse derivanti dallo Stato attraverso il Fondo di sviluppo e coesione . Sulla scorta di queste riflessioni e alla luce della riforma della Svim, la società potrebbe supportare la Regione nell’attuazione di questo disegno”.

Pubblicato in Notizie

Si comunica che con Determinazione dell’Amministratore Unico n. 20 del 23.12.2016 sono stati approvati il verbale e la graduatoria finale della selezione comparativa pubblica, per titoli e colloquio, finalizzata al conferimento di n. 4 incarichi di collaborazione coordinata e continuativa per l’attuazione di attività afferenti i progetti “Assistenza Tecnica - Affiancamento e supporto scientifico, metodologico e organizzativo - Programmazione, attuazione, gestione delle Misure del POR FESR 2014-2020” e “Programma SPRINT – Sportello Internazionalizzazione Regione Marche”. Profilo 1 e Profilo 2.

In allegato la comunicazione relativa all'esito della selezione.

Pubblicato in Notizie

Si comunica che il colloquio relativo alla selezione comparativa pubblica, per titoli e colloquio, finalizzata al conferimento di n. 4 incarichi di collaborazione coordinata e continuativa per l’attuazione di attività afferenti i progetti “Assistenza Tecnica - Affiancamento e supporto scientifico, metodologico e organizzativo - Programmazione, attuazione, gestione delle Misure del POR FESR 2014- 2020” e “Programma SPRINT – Sportello Internazionalizzazione Regione Marche”. Profilo 1 e Profilo 2 si terrà il giorno Lunedì 19 Dicembre 2016 – alle ore 12.30 presso la sede della SVIM – Sviluppo Marche S.p.A. Via Raffaello Sanzio, 85 - Ancona.

Nella comunicazione allegata la convocazione al colloquio.

Pubblicato in Notizie

Si comunica che il colloquio relativo alla selezione comparativa pubblica per titoli e colloquio, finalizzata al conferimento di n. 1 incarico di collaborazione coordinata e continuativa per l’attuazione di attività afferenti il progetto “Programma SPRINT – Sportello Internazionalizzazione Regione Marche”_Profilo 1 si terrà il giorno venerdì 18 novembre alle ore 10.30 presso la sede della Regione Marche – Via Gentile da Fabriano – V° Piano – sala riunioni Servizio Internazionalizzazione – Ancona.


Nella comunicazione allegata la convocazione al colloquio.

Pubblicato in Notizie

Nella sezione Bandi - Opportunità di lavoro sono pubblicati tre nuovi avvisi pubblici di procedura comparativa per l'affidamento di 2 incarichi di collaborazione coordinata e continuativa nell'ambito del progetto "AT-Assistenza tecnica FESR", di 1 incarico di collaborazione coordinata e continuativa nell'ambito del progetto “SPRINT-Sportello regionale per l’internazionalizzazione” e di 3 incarichi di collaborazione coordinata e continuativa nell'ambito dei progetti “SPRINT-Sportello regionale per l’internazionalizzazione” e "AT-Assistenza tecnica FESR"

Pubblicato in Notizie
Pagina 1 di 3

Cerca Progetti